PD, nella sede di Via Fratti presentati i candidati

PISA – Presentati Martedi 31 gennaio presso la Sede Pd di Via Fratti i Candidati all’uninominale del Partito Democratico.

di Giovanni Manenti

Lucia Ciampi, Candidata al Collegio uninominale Toscana 10 per la Camera e Susanna Cenni, Candidata al Collegio uninominale Toscana 11 per la Camera, nonché il Ministro della Pubblica istruzione On.le Valeria Fedeli, Candidata al Collegio uninominale Toscana 6 per il Senato.

Il Partito è pronto a raccogliere la sfida e siamo orgogliosi di avere questa squadra.

Dovremo fare una campagna elettorale in cui è nostro obbligo ascoltare i giovanidice Susanna Cennile loro proposte e sarà importante il lavoro di squadra che saremo capaci di fare in quanto viviamo in un territorio che ha ancora una sua identità politica nell’affrontare le tematiche più importanti“.

Sono anch’io molto felice di essere partiti in questa campagna elettorale attraverso l’incontro con i giovani in quanto l’impegno del Partito è rivolto principalmente verso di loro ed il loro futuro sulle problematiche, principalmente del lavoro“, afferma Lucia Ciampi.

Sono orgogliosa di essere candidata ancora in Toscana pur non essendo radicata in questa cittàdice Valeria Fedelianche se la mia precedente esperienza di sindacalista nel settore tessile mi ha consentito di mantenere rapporti con la Toscana, così come nella mia funzione di Ministro non posso che aver avuto contatti frequenti con le eccellenze universitarie pisane. L’incontro con i giovani è importante poiché è fondamentale il loro ingresso nel mondo del lavoro e di conseguenza nella politica e quindi il rapporto che vogliamo instaurare con i giovani è quello di poterli rappresentare per il migliore dei loro futuro. Chiederò alla coalizione ma anche agli avversari di sottoscrivere il progetto “Io cambio stile” nell’ottica di dare maggiore risalto ai programmi, sempre nell’ambito del confronto politico in cui non mi sentirete mai entrare in polemica personale con qualsiasi avversario“.

Voglio solo ricordare – dice Stefano Ceccanti che queste elezioni avranno un riferimento anche in un’ottica europea e la consultazione prossima mette in pericolo la nostra permanenza nell’ambito della Unione europea ed è per questo che queste consultazioni sono viste anche con una certa preoccupazione a livello europeo“.

By