Il pensiero di Giancarlo Freggia sulla situazione societaria

PISA – Il Vice presidente Nerazzurro Giancarlo Freggia esprime il suo pensiero sulla situazione societaria dell’Ac Pisa 1909 attraverso il suo profilo Facebook

“Non so come andrà a finire, so solo che purtroppo da una parte c’è il sudore, le nottate insonni, le giornate passate in campo ad allenare una squadra che ce l’ha messa tutta e che ha sudato sangue, per portarci in B e dall’altra parte c’è il tentativo di speculazione, c’è l’affare, c’è il denaro (tra l’altro fino ad ora mai visto) c’è la contraddizione, ci sono le l’offese, c’è la denigrazione dell’avversario pur di accaparrarsi il colpo dell’anno; e anche se l’esperienza purtroppo insegna che tra l’uomo e il denaro vince sempre il denaro, io sto con l’uomo!

E visto l’ultimo cambio di marcia (il comunicato odierno) inscenato per cercare di accattivarsi la simpatia dei tifosi, nel quale si rinnova la stima per L’allenatore e addirittura l’invito a rimanere alla guida del pisa anche per la prossima stagione, vorrei ricordare solamente che il giorno stesso che Gattuso ci ha portato in B lo ha licenziato pubblicamente davanti a tutti i mezzi di comunicazione; e il giorno della festa lo ha definito uno “Squadrista incolto e squilibrato”..
Questa è la persona!!!

Potrà anche vincere, con l’aiuto di qualche politicotto locale e di chi vede all’orizzonte la possibilità di rientrare in sede dopo un anno di assenza, ma sappia che i pisani, come dice Gattuso, sono un popolo a se stante, è gente di grandi valori, sa valutare chi è un uomo (Gattuso) e chi è un caporale e soprattutto non dimentica.. E forse questo non è stato messo in conto o è stato sottovalutato.”

By