People Mover, buone notizie dopo il sopralluogo

PISA – Riceviamo e pubblichiamo una nota riguardante lo stato di avanzamento dei lavori del People Mover.

Il sopralluogo effettuato dalla Commissione di Controllo del comune di Pisa il 17 ottobre scorso è stato molto importante per controllare da vicino lo stato dei lavori per la realizzazione del People Mover.

Un opera infrastrutturale di trasporto che quando sarà in funzione avvicinerà ancora di più Pisa alle grandi città europee sul piano della modernità e dotazione d’avanguardia di mezzi di trasporto pubblico. L’intermodalità, la sostenibilità e l’efficienza del trasporto pubblico sono al centro di tutte le attività di programmazione e sviluppo di un territorio e l’Europa ha deciso di finanziare il People Mover, con 21 milioni di euro, proprio per questa sua valenza e funzionalità di infrastruttura al servizio della mobilità sostenibile e dello sviluppo economico. Una decisione che si è basata su un progetto chiaro, serio, realistico e lungimirante a cui ha creduto anche il privato che lo sta realizzando investendoci circa 50 milioni di euro.

Il People Mover consentirà non soltanto un collegamento diretto, veloce, frequente, puntuale e sostenibile tra la stazione ferroviaria e l’aeroporto, ma doterà anche la parte sud della città di due parcheggi scambiatori, con circa 1500 posti auto complessivi, che aiuteranno a decongestionare la città dal traffico e dalle migliaia di auto che quotidianamente vi arrivano.

Non solo, ma come riconosciuto anche da forze politiche di opposizione, il quartiere di San Marco-San Giusto, limitrofo all’aeroporto, ha avuto dei vantaggi sia sul piano della mobilità con una maggiore fluidità e distribuzione del traffico grazie al beneficio di nuove opere stradali e alla rimozione di due passaggi a livello che spaccavano in due l’abitato, sia sul piano della sicurezza idraulica con la realizzazione di opere che avrebbero comportato una spesa enorme insostenibile per il comune. Con il People Mover diminuirà il traffico veicolare di attraversamento del quartiere migliorandone la vivibilità. Anche sul piano occupazionale gli effetti sono stati e saranno importanti con circa 50 imprese occupate sul cantiere e con circa 20 persone, alla fine dei lavori, che saranno occupate stabilmente nella gestione del People Mover.

La precedente linea ferroviaria, che qualcuno rimpiange, era quasi un trenino a vapore con tempi e servizi sicuramente non all’altezza di un aeroporto con quasi 5 milioni di passeggeri ed una stazione ferroviaria con 18 milioni di passeggeri l’anno e di una città sede della ricerca tecnologica e meta turistica mondiale. L’importante sinergia che si è creata tra Comune, Regione, Ferrovie, Toscana Aeroporti, Pisamo e Pisa Mover, ha consentito di rispettare tempi ed obiettivi: un risultato importante e non scontato che vedrà la luce tra pochi mesi. Ci attendiamo adesso che investimenti idonei siano realizzati anche sulla linea ferroviaria Pisa-Firenze, cioè dell’asse principale di sviluppo della nostra Regione, meritevole e necessitante di infrastrutture altrettanto moderne ed innovative.

Sandro Gallo, Responsabile Segreteria comunale PD per il Piano Strategico

By