People mover, la replica a Pieragnoli dei segretari Pd Sonetti e Viale

PISA – Il Pd replica alla nota del direttore di ConfCommercio Federico Pieragnoli per quanto concerne le tariffe del People Mover.

“Vediamo con stupore la nota del direttore di Confocommercio Pieragnoli, che invitiamo ad usare toni più moderati se vuole un confronto attivo e utile con l’amministrazione. Con l’accostamento alla Salerno-Reggio Calabria, Pieragnoli raggiunge il massimo dell’immaginazione. Il People Mover è stato realizzato nel sostanziale rispetto dei tempi (il cantiere è iniziato nel giugno 2014) e della spesa inizialmente prevista. Hanno partecipato all’attività di realizzazione dell’opera oltre 100 imprese, il 40% delle quali ha sede in Toscana. In 500 giorni lavorativi hanno prestato la loro attività in cantiere circa 300 lavoratori, con una media giornaliera di 60 presenze. E’ possibile che nessuno nella sua organizzazione sia in grado di valutare meglio gli effetti positivi di un’opera come questa? Ma ciò che è più importante è che questa opera è stata voluta fortemente dalla società che gestisce l’aeroporto, insieme alle istituzioni locali e regionali (Accordo di Programma). Gli obiettivi sono stati condivisi dalla Commissione Europea, in coerenza con quello più ambizioso di diminuire drasticamente il numero dei veicoli circolanti in città. La battaglia per la modernizzazione e velocizzazione della Linea Ferroviaria Pisa-Firenze, è un altro degli obiettivi sui quali lavorare per ottenere risultati in tempi brevi. Se questa opera valorizza le infrastrutture cittadine, non si dimentica di rendere sostenibile lo sviluppo di queste con il territorio. Infatti, siamo passati da 24 treni a oltre 200 convogli per direzione di marcia al giorno (inoltre, la linea ferroviaria tirrenica ha ora a disposizione la traccia liberata a favore dei treni dei pendolari e di quelli a lunga percorrenza), ma il quartiere di San Giusto, oltre alla diminuzione del traffico di veicoli nelle strade verso l’aeroporto, ha ottenuto la rimozione di binari mai digeriti dalla popolazione, la soppressione dei passaggi a livello di Via di Goletta e Via S.Agostino, quattro nuove rotatorie, la riqualificazione della viabilità e dei marciapiedi, Km 1,5 di nuovo percorso ciclabile, opere di compensazione idraulica per mettere in sicurezza un territorio assai fragile. Tenuto conto del valore di tutte queste opere a favore del territorio, come si fa a confrontare il costo km della Reggio Calabria con quello del People mover? I problemi attuali del People Mover sono tipici delle infrastrutture al loro esordio. Inoltre, anche il cambio di proprietà della società di gestione ha reso necessario ridefinire i rapporti. Questi sono i fatti su cui si devono fare valutazioni. Pieragnoli dovrebbe dimostrarsi più attento e misurato”.

By