Perez-Favasuli “sbancano” il Renato Curi. Abbattuto il “Grifo”

PISA – Prova di forza del Pisa che dopo lo stop di Gubbio ritrova il successo e si porta ad un solo punto dalla vetta della classifica. Decisiva la grinta dei ragazzi di mister Pane e la difesa per registrata

Il Pisa scende in campo con la maglia nerazzurra, Perugia nella classica casacca bianco-rossa. Circa seimila gli spettatori al “Curi” in una bella serata di calcio.

Il primo tempo. Mister Pane schiera dal 1′ Rizzo alle spalle dell’unica punta Leo Perez, tenendo inizialmente in panchina Tulli, Gatto e Scappini. Vince dunque la prudenza al cospetto di uno scontro diretto in uno stadio importante. Il Perugia non fa sconti e schiera una formazione a trazione anteriore con Rantier, Clemente e Ciofani in campo dal 1′. I primi minuti sono della squadra di mister Battistini che mette in difficoltà il Pisa al 3′ con un cross di Esposito bloccato da Sepe in uscita. Al 4′ è ancora Perugia che con un cross dalla tre quarti di Clemente mette in condizione Rantier in scivolata di impegnare Sepe a terra. Al 6′ ci prova anche il Pisa con Fondi che dal limite impegna Koprivec. E’ una bella partita giocata a ritmi molto alti. Perugia manovriero, Pisa guardingo. I nerazzurri passano al 12′. Lancio in prfondità di Fondi per Perez che prima brucia jefferson e poi anticipa Koprivec e di piatto destro insacca e porta in vantaggio la squadra di mister Pane: 1-0. Il Perugia reagisce, ma il Pisa è bravo a chiudere tutti gli spazi.Al 21′ i nerazzurri sfiorano addirittura il raddoppio sull’asse Perez-Rizzo, con la conclusione di quest’utlimo che termina di poco sul fondo. Al 23′ il Perugia si scuote. Clemente da destra imbecca ancora Rantier che di sinistro impegna Sepe che blocca sul palo di sua competenza. Al 26′ altra occasione per i locali con la punizione di Politano da destra, il colpo di testa di Cacioli termina di poco a lato. Il pareggio del “Grifo” è però rimandato di un minuto (27′) quando il gioiellino scuola Roma Politano sfugge alla guardia di Benedetti si accentra e lascia partire un sinistro dai 25′ metri che tocca il palo e si infila in gol: 1-1 meritatop. A questo punto la squadra di Battistini la mette sull’impeto e l’euforia. Così che al 35′ Clemente costringe Sepe alla deviazione in angolo. Ma nella parte finale il Pisa si riassesta e negli ultimi minuti si rende pericoloso con Buscè che prima viene anticipato da Koprivec nel tentativo di girare a rete di testa una punizione di Mingazzini e poi al 46′ su una punizione di Favasuli da destra viene steso da Koprivec in area. Il Sig. Ghersini non fischia il rigore e non concede nemmeno il calcio d’angolo con i giocatori nerazzurri che vanno negli spogliatoi abbastanza adirati.

Il secondo tempo. Inizia molto velocemente la ripresa. Dopo 30″ Fondi anticipa Rantier in angolo. Dal corner nasce una ghiotta occasione per il Perugia (1′): cross di Rantier, colpo di testa di Cacioli palla a lato di un soffio. Il Pisa risponde al 3′ con una gran conclusione di Antonio Buscè con palla a scendere che termina non di molto sopra l’incrocio dei pali di Koprivec. Al 4′ contatto in area umbra per Perez: l’arbitro lascia correre. Al 5′ scontro Di Tacchio-Mingazzini con il giocatore nerazzurro che rimane a terra per qualche minuto, ma poi riprende regolarmente al sua partita. All’8′ gran fraseggio Rizzo-Favasuli, ma il capitano nerazzurro non riesce al limite a chiudere il triangolo. Al 12′ Cacioli fallisce da due passi il vantaggio umbro così come Ciofani (13′) calcia alto da pochi passi un bell’assist di Ananaia da destra. Cresce il Pisa che al 18′ passa sul primo angolo del match a favore della squadra di Pane. Sul corner ingenuo quanto solare fallo di mano di Liviero su Buscè. Batte Favasuli che insacca e ammutolisce il “Curi”: 2-1. La partita scivola via a questo punto con il Perugia che prova in tutte le maniere a pareggiare. Dentro Cenciarelli e Tozzi Borsoi per il Perugia, ma agli umbri non bastano neanche i 7′ di recupero per pervenire al pareggio. Il Pisa passa al “Curi” per la prima volta nella storia in terza serie e si porta ad un solo punto dal “Grifo” in classifica.

You may also like

By