Perugia – Pisa 0-1. Arma letale al “Curi”. Il Pisa risorge. Prova convincente

PISA – Pisa corsaro al “Curi”. Rachid Arma firma ancora il successo nerazzurro. E dopo la sconfitta nel derby la squadra di mister Pagliari riprende il cammino e sale a quota 14 in classifica.

Mister Dino Pagliari rinuncia all’ultimo momento a Pugliesi (problema muscolare) e schiera Ivan Provedel tra i pali. Sulla sinistra torna dopo il lungo infortunio Rocco Sabato, Ciccio Favasuli parte invece dalla partita. L’altra grande novita’ e’ l’inserimento dal primo minuto di Mauro Bollino che prende il posto di Giovinco al fianco di Rachid Arma. Per il resto il difensore Edoardo Goldaniga stringe i denti e viene schierato al fianco di Rozzio. A centrocampo la linea mediana e’ composta da Sampietro e Mingazzini. Sugli esterni Napoli vince il ballottaggio con Cia a destra mentre Martella va a sinistra.

Mister Camplone (al suo posto in panchina c’e Dicara), non puo’ disporre del portiere Koprivec e del difensore Scognamiglio. Fuori anche il difensore centrale Massoni. A sostituire Koprivec fra i pali c’e’ Stillo mentre in difesa spazio per il livornese Moscati e Daffara sugli esterni, mentre Comotto e Sini formano la coppia centrale di difesa. Il terzetto di centrocampo del 4-3-3 sara’ formato dall’ex Cittadella Vitofrancesco (in passato gia in gol contro il Pisa), Filipe e Nicco. L’attacco del Grifo e’ affidato Eusepi, Fabinho e Mazzeo.

Il Pisa gioca per la prima volta in questa stagione con la nuova maglia bianca a strisce verticali nerazzurre dove esordisce il nuovo sponsor nerazzurro del Gruppo Greco. Circa un centinaio i tifosi del Pisa nel settore ospiti. Ovviamente al “Curi” non c’è il colpo d’occhio dello scorso Maggio.

Al 2′ ci prova subito il Pisa con Napoli che salta un avversario e di sinistro calcia verso la porta. Tiro debole che Stillo blocca facilmente. Se non con qualche cross dalle fasce il Perugia non si fa pericoloso. Provedel fa buona guardia e in qualche uscita dimostra sicurezza. Sampietro (10′) finisce sulla lista degli ammoniti. Al 17′ grande occasione per il Pisa. Angolo di Bollino e colpo di testa di Arma che si smarca bene, ma a due passi dalla porta mette a lato. Passano 3′ e il Perugia risponde con Eusepi che si presenta a tu per tu con Provedel che devia la sfera in calcio d’angolo. Al 32′ arriva però il gol nerazzurro. Traversone dalla destra di Napoli, stacco imperioso di Arma che brucia l’incerta uscita di Stillo e di testa spedisce in gol. Pisa in vantaggio. Al 38′ tegola per mister Dino Pagliari, che perde Paolo Rozzio per infortunio. Al suo posto il tecnico marchigiano schiera Caputo che va a piazzarsi a sinistra con Sabato che scala al centro della difesa al fianco di Goldaniga. Ma a fine primo tempo e’ ancora il Pisa a rendersi pericoloso con Martella, il cui tiro cross al 47′ e’ deviato in corner, terminando fuori veramente di un soffio. La prima frazione si chiude con il Pisa in vantaggio per 1-0.

Ad inizio ripresa mister Camplone inserisce Conti al posto di Daffara. Moscati e’ dirottato sul settore di sinistra, mentre I primi minuti del secondo tempo sono di marca perugina. I locali però non si rendono pericolosi a parte qualche traversone sventato dal solito Goldaniga, che anche al “Curi’ ha giocato una splendida gara. Al 10′ mister Pagliari richiama Bollino e inserisce Favasuli che va a piazzarsi sulla destra limitando le incursioni di Fabinho che e’ costretto a rientrare in più di un occasione. Al 17′ occasione per il Pisa. Arma “spizza” per Napoli che a tu per tu con Stillo non riesce a mettere alle spalle del portiere perugino. Favasuli e’ autore ancora di buoni spunti, uno dei quali (22′) mette in movimento Arma fermato in posizione di offside. Nel frattempo Camplone aveva inserito Insigne al posto di Mazzeo e Mingo al posto di Felipe. La manovra del Perugia e’ molto farraginosa, il pubblico fischia anche qualche protagonista locale della partita, nella fattispecie Mazzeo, al momento della sostituzione.

Il Pisa dal canto suo senza fare niente di trascendentale mantiene il prezioso vantaggio. Il Perugia attacca a testa bassa fino all’ultimo minuto, ma non riesce superare il muro nerazzurro. Dopo 3′ di recupero il Pisa può gioire assieme ai suoi tifosi per l’ennesimo successo in terra umbra.

SOTTO RACHID ARMA (foto pisanews.net)

20131013-170135.jpg

By