Perugia, Santopadre: “Lucarelli allenerà in A, ma oggi è lontano dalle mie idee tattiche”

PISA – Perché è stato esonerato Cristiano Lucarelli. Semplicemente perché le sue idee tecnico-tattiche erano lontane da quelle di Massimiliano Santopadre.

Il presidente ha infatti spiegato in conferenza stampa che “il cambio di allenatore non viene per i mancati risultati in amichevole, ma avviene perché Lucarelli era lontano dalla mia idea di gioco ed allora meglio farlo oggi che fare un danno al Perugia e a Cristiano Lucarelli tra 2 o 3 mesi.Chiedo scusa a Lucarelli e sono convinto che allenerà in serie A, ma sollevarlo oggi significa anche dargli la possibilità di allenare da un’altra parte. Sapevo di far del male al Perugia come immagine ma so di aver preso la decisione giusta”. Ancora Santopadre: “ Io voglio solo una cosa, voglio andare in serie B. Torna Camplone perché era l’unica certezza che avevamo e non potevamo sbagliare ancora allenatore. Fu esonerato istintivamente solo per aver perso nei playoff ed oggi anche a lui, come a Lucarelli, chiedo scusa. Ho sbagliato allora ed ho sbagliato nella scelta di Lucarelli, ma non voglio che si disgreghi la piazza, sarebbe solo un male per il nostro Perugia. Mi assumo la responsabilità, é giusto che la figuraccia la faccia io, ma per idee tecnico-tattiche mi sono reso conto di aver sbagliato e non posso tollerare che il Perugia abbia paura. Piuttosto, voglio andare su tutti i campi d’Italia per vincere”.

Fonte: www.perugia24.net

SOTTO IL PRESIDENTE DEL PERUGIA MASSIMILIANO SANTOPADRE (foto www.pisanews.net)

 

20130825-163606.jpg

By