Piano di 5 milioni di euro per la sicurezza idraulica e la fornitura bianca di San Giusto

PISA – Un sistema di canali e fossi, in parte interrati e in parte a cielo aperto, che dalla stazione e dall’area dell’aeroporto si congiungeranno immettendosi nella Carraia d’Orlando, uno dei principali collettore della fognatura bianca di Pisa Sud, e da qui raggiungeranno il Canale dei Navicelli.

E’ nero su bianco, incluso l’importo complessivo per realizzarlo che è di circa 5,1 milioni di euro, il progetto per la messa in sicurezza idraulica e la nuova fognatura bianca di Pisa Sud-Ovest e, in particolare, del quartiere di San Giusto. Ed è «già incluso nella variante al piano strutturale che vorremmo portare all’approvazione del consiglio comunale il 10 aprile e che prevede pure la cittadella aeroportuale e il grande parco urbano lungo il tracciato del “Pisamover”, in modo da potere realisticamente vedere la realizzazione delle opere nell’arco dei prossimi cinque anni dato che la concretizzazione di quest’intervento è propedeutico ad ogni altra opera prevista nella proposta di variante» come ha spiegato l’Assessore all’Urbanistica Ylenia Zambito, ai tanti cittadini che hanno preso parte all’assemblea pubblica di ieri pomeriggio (lunedi 31 marzo) al circolo “Alberone” per discutere della sicurezza idraulica di San Giusto.

La prima parte dei lavori, però, comincerà molto prima dato che una parte delle canalizzazioni previste, specificatamente quelle nell’area di via Zucchelli e fra i due parcheggi scambiatori lungo l’Aurelia «saranno realizzate entro la fine del 2015 nell’ambito del progetto People Mover per un investimento complessivo di circa un milione di euro» ha spiegato l’amministratore unico di Pisamo Alessandro Fiorindi intervenuto all’assemblea insieme a Dario Franchini e Marco Redini, rispettivamente, tecnici dei settori urbanistica e ambiente del Comune di Pisa.

20140401-193820.jpg

By