Piano Strutturale Intercomunale. L’incontro alla Camera di Commercio dedicato alle categorie economiche

PISA – Prosegue il ciclo di incontri per la presentazione del Piano Strutturale Intercomunale dei comuni di Pisa e Cascina, lo strumento che definisce le strategie e i principi per il governo del territorio in una dimensione sovra locale di lungo periodo.

Dopo il primo appuntamento di giovedì scorso presso la Biblioteca Comunale di Cascina, giovedì 12 alle 17 presso l’Auditorium Ricci della Camera di Commercio in Piazza Vittorio Emanuele, si terrà il secondo incontro dedicato alle categorie economiche, ovvero associazioni di categoria e ordini professionali che operano sui territori interessati dall’atto di governo, a cui parteciperanno il Sindaco di Pisa Michele Conti, il Sindaco di Cascina Dario Rollo, gli assessori all’urbanistica dei due comuni Massimo Dringoli e Roberto Sbragia e i tecnici amministrativi. Altri due incontri sono previsti per il 15 e il 22 gennaio, uno dedicato ai cittadini di Pisa e uno per gli abitanti del Litorale.

Le Amministrazioni di Pisa e Cascina ritenendo utile e fondamentale acquisire, in fase di formazione del Piano, contributi e sollecitazioni dai principali soggetti economici del territorio, hanno promosso congiuntamente l’incontro di giovedì, che è finalizzato ad illustrare gli atti ed il percorso avviato e al tempo stesso stimolare il confronto tra le amministrazioni, le categorie economiche e i professionisti. Le iniziative fanno parte di un programma stilato da Valeria Pagni, Garante dell’Informazione e della Partecipazione del Comune di Pisa, con l’obiettivo di rendere effettiva e efficace la partecipazione dei cittadini al procedimento di pianificazione territoriale in corso, tenendo conto dei due diversi momenti di presentazione e di ascolto-confronto. I report degli incontri saranno disponibili online, sulla pagina dedicata al Garante sul sito istituzionale del Comune di Pisa (www.comune.pisa.it) per la consultazione da parte dei cittadini; tutti i report, infine, confluiranno in un documento di sintesi del percorso partecipato.

By