Piazza Vittorio Emanuele scalda il Pisa. Cori e striscioni come ai vecchi tempi

PISA – Pisa abbraccia il Pisa. Un Arena spostata in Piazza Vittorio Emanuele per caricare al massimo la truppa di mister Alessandro Pane in vista del match contro la Nocerina.

Un evento unico nel suo genere, mai fatto da nessuna squadra professionistica. Un tentativo di riavvicinare quelle che sono le risorse e le istituzioni cittadine, con l’Ac Pisa 1909, la squadra della città. E’ stata una mattinata partita anzitempo per la formazione di Alessandro Pane. Una levataccia per abbracciare la gente di Piazza Vittorio Emanuele. Ci vuol poco a rivenrdire i fasti del passato a Pisa e riportare entusiasmo. Quell’entusiasmo testimoniato anche da tv e stampa nazionale. Erano presenti all’evento Rai, Mediaset e Sky. Ma questa volta la società ha fatto centro. La gente si è dimostrata matura, il tifo è stato caloroso e intelligente. A Pisa possiamo dire, senza barriere si può. Ha fatto bene il Prefetto Francesco Tagliente a fidarsi e per Carlo, ma soprattutto per Carla Battini è stato un vero successo. Di seguito le impressioni dell’Ac Pisa 1909 e delle istituzioni intervenute.

L’allenamento dell’Ac Pisa in Piazza Vittorio Emanuele

La squadra arriva direttamente in pullman intorno alle 10 con una Piazza Vittorio Emanuele gremita. Il team di mister Pane è salutata con cori che non si sentivano ormai da tempo e ricordano un pò la vecchia Arena, prima dei decreti che hanno portato a svuotare un pò tutti gli stadi. L’Arena dei tamburi, degli striscioni era in Piazza Vittorio Emanuele, senza barriere, senza fili spinati, a tifare Pisa dimostrando grande attaccamento alla squadra.

Carla Battini figlia del presidente è la principale ideatrice di questa iniziativa tanto importante, quanto singolare. “Siamo voluti entrare in città con i colori nerazzurri. Unire i colori del Pisa alla città di Pisa è il nostro intento anche per il prossimo futuro. Questa iniziativa è stata ideata anche per unire i colori del Pisa ai simboli della città. E abbaimo pensato di coinvolgere anche sbandieratori e trombettieri della scuola comunale, che fanno parte delle manifestazioni storiche , promossa poco tempo fa dall’assessore Federico Eligi. Quella di questa mattina è un inizativa unica nel suo genere. La risposta della gente è stata molto positiva. Oltre un migliaio di persone hanno colorato la piazza con cori che non si sentivano da tempo. E’stato molto emozionante repsirare Pisa con il Pisa. Abbiamo in cantiere per il prossimo futuro anche iniziative molto suggestive, come portare nelle varie scuole pisane un giocatore per progetti educativi. Non vogliamo naturalemnete essere soli, ma coinvolgere il più possibile le istituzioni che ci sopportano e ci sono stati sempre vicini”.

La squadra in Piazza Vittorio Emanuele (Foto Michele Bufalino)

Anche l’Avvocato Andrea Bottone che detiene l’1% delle quote societarie è entusiasta di questa iniziativa: “Siamo sulla strada giusta. E’ importante far stringere intorno alla città la squadra con i suoi tifosi. Il binomio squadra-città, città squadra è moilto importante per arrivare lontano e cogliere risultati unici per questa piazza che merita altri palcoscenici rispetto alla Prima Divisione. Bisogna continuare su questa strada. L’iniaitiva di stamani (ieri ndr), fa il apio con quella del Tour dell’Arena che è stata altrettanto suggestiva e importante. A questo punto direi che integrando ancor di più la Provincia nelle iniziative del Pisa, possiamo davvero guardare lontano anche a livello di organizzazion, oltre che a quella prettamente calcistica”.

Il presidente nerazzurro Carlo Battini si dice molto soddisfatto di questa iniziative: “E’ stata un iniziativa pensata molto bene, simpatica, unica a livello mediatico molto importante visto che avevamo in Piazza Vittorio Emanuele II anche le tv e la stam,pa nazionale. Questo significa che tutti l’hanno apprezzata. Quetainiziativa ha sfondato ogni passato e serve soprattutto per ridare visibilità a Pisa. . Oggi si può pensare anche al passato visto che ricorrono i tredici anni dalla scomparsa di Romeo, il presente è il Pisa e Pisa. Solo così si potrà pensare ad idee future”.

Ha parlato di questa iniziativa anche il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi: “Questa iniziativa è un modo intelligente di legare squadra e società alla città. Il campionato di Prima Divisione non è mai facile e quindi talvolta la visibilità è importante, così come ravvivare la pèasione verso Pisa ed il Pisa. Attualmente i risultati ci sono e quindi questa è un annata che promette molto bene. Ricordiamoci che questo fatto dalla società è anche un atto di umiltà che sarà molto apprezzato”.

You may also like

By