Pierpaolo Bisoli: “Il Pisa è una buona squadra, dovremo mettere in campo le loro stesse armi”

PISA – Alla vigilia della sfida contro il Pisa ha parlato prima della partenza per la Toscana, il trainer vicentino Pierpaolo Bisoli subentrato dieci giorni fa all’esonerato Lerda, che ha ridato all’ambiente quell’entusiasmo che mancava.

SULLA CONDIZIONE. “Abbiamo fatto una buona settimana, avremo meno brillantezza perché abbiamo lavorato tanto, sono fiducioso sul futuro, ho visto una squadra allegra, la settimana di conoscenza è servita, abbiamo intrapreso tutti una buona strada e anche i ragazzi nelle loro dichiarazioni hanno mostrato soddisfazione dopo il mio arrivo e anche in società c’è un aria serena. Credo che siamo sulla buona strada, anche se ci sarà da soffrire perché quando parti male tutto è più difficile”.

SUL CAMPIONATO. “Questo è un campionato molto equilibrato e molto difficile, IL Cittadella era data come Cenerentola ed è prima con diciotto punti. Tutti possono vincere o perdere con tutti”.

SULLO STATO DI FORMA.”Nella rifinitura si è fermato Fabinho che non sarà nei convocati, ma recuperiamo D’Elia e Zaccardo. Non so se giocheranno, ve lo dirò domani”.

SUL PISA. “Molte volte i problemi societari cementano il gruppo, è successo anche a me, l’unico anno che non riscuotevo lo stipendio abbiamo vinto il campionato. In queste situazione i giocatori tengono di più a far bene, perché rischiano il posto di lavoro. Sono cose normali che so bene, perché le ho vissute sulla mia pelle. Il Pisa è una buona squadra, che vive sempre con l’entusiasmo della vittoria del campionato, hanno cambiato poco e possono disporre di giocatori importanti. Noi dovremo mettere in campo le stesse armi: l’entusiasmo, la grinta e la determinazione”.

By