“Pinqua”, ottenuti dal Comune di Pisa 45 milioni di euro di finanziamenti per la rigenerazione urbana di aree periferiche

PISA – Sta sempre più prendendo forma la visione di una Pisa nuova sulla scorta delle progettualità portate avanti dall’amministrazione comunale e che nello specifico, ha visto un importante passo avanti costituito dall’ammissione al finanziamento statale di tutti e tre i progetti presentati e riguardanti le aree di Gagno, via Rindi-via Piave e Pisanova.

di Giovanni Manenti

Nell’ottica del piano per la rigenerazione urbana delle periferie di cui al Bando Ministeriale PINQUA, per un importo complessivo di 45 milioni di €uro (15milioni a progetto …) rispetto ad una spesa complessiva di 62 milioni.

Un risultato di assoluta rilevanza – va evidenziato come il progetto relativo alla riqualificazione di Pisanova sia risultato il primo in Toscana fra i Comuni Capoluogo di Provincia e 48esimo su scala nazionale rispetto alle 271 domande ammesse ai finanziamenti – che premia l’eccellente “gioco di squadra” dell’amministrazione, a cui hanno fattivamente collaborato gli Assessori ai Lavori Pubblici Raffaele Latrofa, all’Urbanistica Massimo Dringoli ed alle Politiche Abitative Gianna Gambaccini, oltre agli Uffici Tecnici, coadiuvati dall’Arch. Fabio Daole, nonché APES e soggetti esterni quali AVALON Srl, RadicalPlan ed EconversoStudio.

Al fine di poter partire con i lavori programmati, sarà necessario predisporre nell’arco massimo di 18 mesi – e quindi, orientativamente, entro il prossimo novembre 2022 – i progetti esecutivi da sottoporre al Ministero e quindi procedere con i bandi per le relative gare d’appalto, con un tempo limite per l’esecuzione delle opere fissato in otto anni (entro, pertanto, il 2030) con i Finanziamenti approvati ad essere erogati su stati di avanzamento lavori secondo il cronoprogramma che verrà stabilito per ogni singolo intervento.

Ovviamente felice, nonché orgoglioso per la considerazione e l’apprezzamento ricevuti in sede Ministeriale ai progetti presentati, il Sindaco di Pisa Michele Conti tiene a sottolineare: “I finanziamenti ottenuti vanno a premiare quella visione che avevamo promesso in Campagna Elettorale e tendente al rifacimento delle periferie e che oggi finalmente prende piede, vedendo la riqualificazione dei Quartieri di Gagno, di via Rindi e dei Piazzali intorno allo Stadio ed infine la più importante relativa al quartiere di Pisanova, tutti progetti che comportano un miglioramento della qualità del verde, così come degli immobili destinati ad Edilizia Residenziale Pubblica, nonché dei sottoservizi con il rifacimento delle illuminazioni, fognature e quant’altro, oltre alla realizzazione, per quanto riguarda in particolare Pisanova, di un grande Parco Urbano al confine con il Comune di San Giuliano Terme“.
Non ci siamo altresì dimenticati“, prosegue il Primo Cittadino, “dei soggetti più deboli, in quanto nel progetto che concerne l’area di Gagno è prevista la riqualificazione dell’immobile utilizzato quale Sede dell’ex Circoscrizione n.6 e viceversa convertito in un Centro a disposizione di coloro che sono stati meno fortunati rispetto agli altri concittadini, oltre alla modifica dell’accesso alla Piazza del Duomo per la parte tanto dibattuta di Largo Cocco Griffi e Piazza Manin“.
Desidero infine rimarcare“, conclude Michele Conti, “quanto io mi sia speso moltissimo per il Quartiere di Pisanova, in quanto ritenevo che, sin dall’inizio della sua creazione, l’impianto urbanistico avesse una serie di lacune che soltanto oggi possono dichiararsi colmate grazie a questi rifacimenti, vale a dire miglioramenti sia del sistema stradale che delle strutture viarie quali semplici marciapiedi, al pari della qualità del verde, interventi a cui abbiamo aggiunto il grande Parco Urbano che sorgerà in via Pungilupo e che va a sommarsi all’altro analogo nella parte centrale tra via Bargagna e via Cisanello ed oramai in fase di realizzazione, oltre ad una riqualificazione degli immobili ERP, così che Pisanova avrà un altro volto rispetto a come l’ho trovata, divenendo sicuramente più inclusiva, più verde e più vivibile rispetto al passato“.

Loading Facebook Comments ...
By