Pioggia e vento: disagi in città ed in Provincia

PISA – Pioggia e vento forte hanno disturbato la giornata di ieri. La nostra città ma soprattutto la Provincia ha vissuto una giornata non proprio tranquilla.

In città. A Pisa prima delle 18 la situazione pareva tranquilla ed invece il forte vento unito alla pioggia a causato non pochi disagi come alberi, cornicioni e antenne caduti. Si è steccato un pezzo del semaforo tra via Bonanno e la Terzanaia (La Cittadella).A Pisa livelli idraulici di Porta a Lucca sotto la soglia, spente le pompe. 

Litorale.  Per precauzione nell’area dove sono in corso i lavori per la diga foranea a Marina di Pisa, la Provincia ha messo i geoblocchi di cemento per creare una barriera tra mare e strada.

Strade Provinciali. E’ stato possibile riaprire la SP 4 Orentanese, mentre nel frattempo è stata invece chiusa anche la SP 35 delle Colline per Livorno, nei pressi della località Tripalle, nel comune di Crespina, interrotta da una frana. Per quanto riguarda invece le frane su SP 15, SP 5, SP 36 e SP 7, sono da considerare di media complessità e pertanto necessitano progetti specifici.

Frane. Nel pomeriggio la frana sulla S.P. Francesca ha costretto il sindaco di Calcinaia ad evacuare 19 persone, mentre le acque del torrente Isola in località Grecciano, nel Comune di Fauglia, a causa della rottura di un argine, hanno allagato un’abitazione; in questa circostanza sono state evacuate 5 persone.

Paura per il Serchio. La concentrazione delle piogge nel bacino del Serchio ha fatto innalzare i livelli idrometrici del fiume che attraversa i comuni di San Giuliano Terme e Vecchiano. I sindaci, in costante contatto con la Prefettura, hanno attivato i Centri Operativi Comunali e le rispettive strutture di Protezione Civile. Il sindaco di San Giuliano Terme, in via precauzionale, ha adottato un’ordinanza di evacuazione di 28 persone, le cui abitazioni si trovano nelle aree golenali.

You may also like

By