Pisa 1909. “Le Facce Nuove”. Arturo Lupoli, la prima volta in serie C a 28 anni

PISA – Meno di 72 ore fa il Pisa ha compiuto un gran colpaccio sul mercato assicurandosi con un triennale Arturo Lupoli, attaccante bresciano classe 24/06/1987 che tutti conosciamo per le sue esperienze italiane e non.

image

A 28 anni nella piena maturitá professionale si ritroverá ad affrontare per la prima volta il campionato di Lega Pro, rappresentando un lusso molto importante per la categoria. E il Pisa ê pronto a renderlo grande protagonista. 173 cm, mancino naturale dotato di ottima tecnica e in particolare di un dribbling ubriacante, intraprende la sua carriera tra le fila degli Allievi del Parma, con cui vince il Campionato relativo nel 2004. Tuttavia a seguito della crisi finanziaria della societá crociata, il luglio dello stesso anno grazie alle sue doti giá emerse viene acquistato a titolo definitivo dall’Arsenal di Arsene Wenger. In Inghilterra esordisce addirittura da titolare in Carling Cup nella vittoria sul Manchester City per 2-1 del 27 ottobre 2004, e il 9 novembre contro l’Everton mette a segno una memorabile doppietta nel 3-1 finale. Dopo due anni con la maglia dei Gunners, va a farsi le ossa nella serie B inglese al Derby County nella stagione 2006-2007. Trascorre un’annata positiva con 7 gol in 35 presenze, giocando con continuitá e contribuendo alla promozione in Premier della sua squadra.

Nell’estate del 2007 la Fiorentina lo riporta in Italia riponendo in lui una fiducia molto alta visto il quinquennale che gli mette a disposizione. Nel gennaio 2008 passa in prestito al Treviso dove realizza il primo gol in Italia, salvo poi ritornare nell’annata 2008-2009 sui campi della Champioship prima al Norwich e poi allo Sheffield United, trovando peró poco spazio. Ma la stagione successiva il trasferimento in comproprietá all’Ascoli in Serie B gli consente di ottenere finalmente una maglia da titolare e di ben figurare con 6 segnature sia nel 2009-2010 che nel 2010-2011.

Nonostante questo nel luglio 2011 rescinde il contratto con la compagine marchigiana, e firma un triennale col Grosseto, sempre nella serie cadetta e vi resta per due anni, durante i quali compone una coppia gol importante con Nando Sforzini, altro nome che era circolato per il Pisa negli ultimi giorni di mercato. La retrocessione dei maremmani in Lega Pro lo porta peró nel luglio 2013 a passare al Varese, piazza che peró lo vede raccogliere appena 5 apparizioni senza reti e 4 nel prestito da gennaio a giugno 2014 all Honved, in serie A ungherese. Rientrato a Varese si comporta benissimo tra le fila lombarde con 6 reti in 18 comparse, ma i problemi societari dei biancorossi lo obbligano a cambiare ancora casacca, abbracciando i colori del Frosinone lanciato verso la Serie A, alla cui cavalcata contribuisce anche lui con il gol decisivo dell’1-2 nella trasferta di Lanciano del 31 gennaio 2015.

By