Pisa 1909. Le “Facce Nuove”: Edgar Cani, Gattuso ha il suo bomber

PISA – Parte oggi la nuova rubrica “Le Facce nuove” per conoscere a fondo i nuovi arrivati in casa Pisa. Partiamo naturalmente dal colpo più importante di mercato sferrato da Fabrizio Lucchesi, l’attaccante albanese Edgar Cani.

image

Svincolatosi dal Catania dopo una stagione che dire tormentata é un eufemismo, Edgar Junior Cani (nella foto a destra di Maurizio Ficeli) ha firmato lunedì un annuale (con opzione per il secondo) con il nuovo Pisa di Lucchesi e Gattuso pronto a vestire i panni del Bomber nerazzurro di quest’anno. Albanese di Tirana appena 26enne (22 luglio 1989) ritorna a giocare in Lega Pro dopo quasi 10 anni nella sua giá lunga carriera nonostante sia ancora giovane e abbia molti anni e possibilitá di successi davanti a sé.

Cani é arrivato in Italia da piccolissimo, e ha vissuto prima in Puglia e poi in Umbria al confine con la provincia di Arezzo, dove intraprende la sua parabola calcistica tra le giovanili del Cortona. Nel 2006 viene segnalato al Pescara che lo ingaggia tra le fila della Primavera e lo fa esordire in serie C1 dopo 4 mesi. In 11 presenze il diciottenne Cani fa molto bene andando a segno per 3 volte, e attirando cosi l’occasione del Palermo che lo acquista nell’estate del 2008 per 1,2 milioni di euro. Un costo importante per una punta precoce che sa fare anche l’ala sinistra e ha nei suoi 192 centimetri e nella forza fisica doti molto rilevanti da mettere a disposizione.

Il Palermo gli permette di bagnare il suo esordio nella massima Serie il 27 aprile 2008 nello 0-0 contro l’Atalanta, presenza che peró resterá l’unica coi rosanero, dal momento che inizieranno per lui diversi prestiti semestrali sino all’estate del 2011 quando scadrá il contratto. Durante quegli anni Cani gioca per diverse formazioni di Serie B dall’Ascoli al Padova al Piacenza fino a Modena durante la stagione 2010-2011, che risulta la migliore in termini di apparizioni (34) e reti (5). Cani ha infatti coi canarini la chance di potersi mettere in mostra grazie alla continuitá mancatagli nelle esperienze precedenti.

Alla scadenza del suo rapporto col Palermo, Cani si trasferisce nel massimo campionato polacco indossando la maglia del Polonia Varsavia, e portando a termine alla fine del 2012 la sua annata piú felice, caratterizzata da 13 gol in 26 presenze, la prima in doppia cifra. Tuttavia i problemi societari della squadra lo conducono a rescindere nel gennaio del 2013, e a firmare di li a poco col Catania ritornando cosi in Serie A. Ancora una volta peró magro é il suo bottino in Sicilia, e trascorre cosí la stagione 2013-2014 in serie cadetta collezionando nei primi sei mesi 14 apparizioni e 1 sola rete nel neo-promosso Carpi, e i restanti in una piazza ambiziosa come il Bari, dove raggranella lo stesso numero di comparse ma ben figurando con 3 segnature, tra le quali brilla la doppietta al Novara che consegna ai galletti il passaggio ai play-off per la serie A.

Durante l’annata appena trascorsa Cani torna al Catania appena retrocesso, e qui rimane fino a gennaio quando passa in prestito al Leeds in Serie B inglese, ma vive un’esperienza tra le piú negative con soltanto 4 gettoni e nessun gol. Dopo le turbolente vicissitudini del club etneo di questa estate, rescinde e da ieri come detto é un nuovo giocatore del Pisa. Con una doppia speranza. Di poter essere finalmente protagonista e spiccare il volo decisivo insieme alla piazza nerazzurra.

By