Pisa a Lubec-Lucca per descrivere la candidatura a Capitale della cultura 2022

PISA – Il Comune di Pisa è intervenuto questa mattina a “Lubec, Lucca Beni Culturali”, l’incontro internazionale dedicato allo sviluppo e alla conoscenza della filiera beni culturali, tecnologie, turismo. L’assessore alla cultura, Pierpaolo Magnani, infatti, ha partecipato all’incontro tra le città candidate a Capitale italiana della cultura 2022 dal titolo “Il futuro delle Città della Cultura: tra visione e azione attraverso modelli di produzione culturale, abitare e turismo”.

«Abbiamo definito – ha detto Magnani – un progetto ambizioso per la candidatura a Capitale della Cultura che punta a un risveglio creativo della città per il suo sviluppo urbano e sociale. Pisa ha una presenza di associazioni culturali tra le più alte in Europa e le abbiamo coinvolte per definire il dossier, così come abbiamo coinvolto le grandi professionalità e competenze presenti in città, comprese le eccellenze delle Università, del Cnr e dei centri di ricerca».

Nel corso dell’intervento Magnani ha descritto le linee guida del dossier di candidatura, intitolato “L’equilibrio delle contraddizioni”. «Pisa deve essere capovolta – ha spiegato -, ribaltata, ripensata in modo da poterne sviluppare tutte le potenzialità e superare le contraddizioni».

Il dossier è diviso in tre parti e comprende la ecosostenibilità delle azioni, la sostenibilità economico-finanziaria e un dettagliato calendario di eventi diffusi. Il piano economico consiste in un importo complessivo di 3,6 milioni di Euro in opere, di cui quasi 2 milioni di Euro con risorse proprie del Comune e 1,6 milioni di Euro di altri soggetti. Inoltre, sono previsti 5,2 milioni di Euro per la realizzazione dei progetti, di cui 3,5 milioni di Euro di risorse proprie del Comune, 750 mila Euro di soggetti partner; 1 milione di Euro è il contributo del Mibact per la designazione a Capitale italiana della cultura.

Il prossimo 12 novembre la Giuria raccomanderà al Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo la candidatura del Comune ritenuta più idonea a essere insignita del titolo di «Capitale italiana della cultura» per l’anno 2022.

By