Pisa – Alessandria 2-0. Lucca entra, segna una doppietta e trascina il Pisa in testa alla classifica

PISALorenzo Lucca entra segna una doppietta e decide il match con l’Alessandria che il Pisa vince per 2-0. Dopo un primo tempo sofferto i nerazzurri hanno legittimato nella ripresa un forcing ai danni dei neopromossi piemontesi. Gli ingressi di Lucca, Masucci e Cohen hanno dato qualità alla squadra che ha vinto meritatamente la sua seconda gara consecutiva davanti al patron Knaster portandosi in testa a punteggio pieno al campionato di serie BKT.

di Antonio Tognoli

PRE GARA. Tra i pali c’è Nicolas. Davanti all’ex portiere della Reggina spazio ancora a Leverbe e Caracciolo, mentre Birindelli e l’islandese Hermasson sono confermati sulle corsie laterali. A centrocampo ballottaggio Gucher vince il ballottaggio con De Vitis. La mediana sarà completata da Marin e Tourè con Mastinu a sostegno delle due punte Marsura e Sibilli a sorpresa preferito a Lucca. Nell’Alessandria invece davanti a Pisseri ci saranno Benedetti, Mantovani e Parodi. Linea mediana molto offensiva affidata a Mustacchio, Casarini, Abou Ba e Beghetto. In attacco l’ex Palombi preferito al pisano Arrighini con Corazza (tripletta a Benevento) e Chiarello a completare il trio offensivo di mister Moreno Longo. Al debutto in serie BKT il diretore di gara Francesco Cossu. In tribuna il nuovo proprietario Alexander Knaster si sistema sotto la tribuna stampa accanto a Giuseppe Corrado.

PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, Alessandria in campo con la maglia da trasferta bianca e pantaloncini e calzettoni rossi. Al fischio d’inizio sono oltre tremila i presenti, con circa duecento tifosi dell’Alessandria sistemati in Curva Sud. Match cbe inizia in maniera molto sonnacchiosa. La prima occasione è per l’Alessandria sugli sviluppi di un corner Parodi di testa libera intelligentemente Casarini, ma il suo destro è bloccato a terra da Nicolas. Gara equilibrata nei primi dieci minuti di gara all’Arena Garibaldi. I nerazzurri si fanno vedere dalle parti di Pisseri con un colpo di testa di Tourè su invito di Mastinu: palla alta sopra la traversa. I nerazzurri si fanno vedere con un traversone dalla tre quarti di Birindelli per Sibilli, ma il tocco di testa del 17 di D’Angelo finisce sul fondo. Gara abbastanza bloccata, prevale il gran caldo nei primi 20 minuti di gara con le due squadre che fanno fatica a trovare spazio. Alla mezzo’ora la partita si accende. Sibilli se ne va ma il suo destro è deviato in angolo con il corpo da Benedetti. Da corner capitan Gucher invita Leverbe al colpo di testa, palla alta sopra la traversa. Risponde l’Alessandria con lo scambio volante Corazza-Palombi, il quale con il destro (quasi un rigore in movimento) impegna Nicolas che blocca. Ancora Pisa qualche minuto più tardi con Davide Marsura che converge da sinistra verso il centro, ma il suo destro termina a lato. Pisa ad un passo dall’1-0 sospinto dal suo pubblico. Alessandria in lieve difficoltà sulla pressione nerazzurra. Ancora Davide Marsura innescato da Sibilli, costringe questa volta Pisseri alla respinta con i piedi stile Garella. Pochi istanti dopo Pisseri rimane a terra per uno scontro con Sibilli. Serve l’intervento dei sanitari. Si rimane sullo 0-0. Sul finire della prima frazione Pisserri è costretto alla deviazione in angolo sul destro di Tourè. Palla in angolo. Il corner però non ha esito. L’arbitro accorda un minuto di recupero. Da un retropassagio sbagliato, Marsura ha la possibilità prima del duplice fischio di andare in campo aperto, ma il suo sinistro è debole. La prima frazione si chiude senza gol.

SECONDO TEMPO. Nessun cambio nei due schieramenti in avvio di ripresa. Il secondo tempo però parte a ritmi piuttosto elevati con l’Alessandria pericolosa con Chiarello che non riesce ad indirizzare la sfera verso la porta, Gucher sventa la minaccia. Il Pisa risponde con un azione in di Sibilli che si libera del suo diretto avversario entra in area dalla sinistra, ma “sparacchia” con il destro in fallo laterale dalla parte opposta. Sono però ancora i piemontesi a rendersi pericolosi con Mustacchio che lasciato solo sul secondo palo spara di piatto destro sopra la traversa. Il primo cambio per il Pisa arriva al minuto 53; dentro Lucca fuori Mastinu. Sibilli va a fare il tre quartista a sostegno di Lucca e Marsura. Ci sono più spazi a disposizione per attaccare per entrambe le squadre. Mantovani finisce sul taccuino di Cosso per una scivolata irregolare su Marsura. Al minuto 61 Tourè innesca Lucca il cui destro è respinto con i pugni di Pisseri. Nell’Alessandria nel frattempo esce Palombi ed entra il pisano Andrea Arrighini. Nicolas abbranca in presa un pallone che si era pericolosamente alzato a campanile in area di rigore su un traversone da sinistra di Beghetto. Nel Pisa c’è l’attesissimo debutto al 66′ per l’attaccante israeliano Yonatan Cohen, prelevato dal Maccabi Tel Aviv oltre che l’ingresso di Beruatto a sinistra che rileva Birindelli per dare maggiore spinta offensiva sulla corsia mancina. C’è subito un traversone dalla sinistra di Beruatto sventato dalla difesa piemontese. Poi Cohen si invola verso l’area al minuto 70, passo felpato, scarpe gialle fluorescenti. Palla servita a Marsura appoggiata a Gucher, destro sul fondo. Mister D’Angelo richiama al minuto 72 anche Gucher e Tourè, inserendo De Vitis e Masucci. A questo punto i nerazzurri sono in campo con un 4-4-2 puro. De Vitis si becca subito il giallo. Nell’Alessandria invece fa il suo ingresso l’ex Michele Marconi applaudito da tutto lo stadio e Orlando, Longo richiama Corazza e Chiarello in panchina. Pochi istanti dopo però il Pisa ha la palla del vantaggio con un azione di ripartenza di Marin che apparecchia per il sinistro di Cohen, ma il mancino dell’attaccante israeliano termina si un soffio sul fondo. Peccato. Ma il gol arriva al minuto 79. Beruatto dalla sinistra innesca Marsura il quale mette in mezzo per Lucca, che in mezzo all’area trova la deviazione vincente e il primo gol in serie B: 1-0. Arena impazzita che fa festa con la squadra sotto la Nord. L’Arena spinge il Pisa che al minuto 84 trova il raddoppio. Rilancio di Nicolas così cosi, Beruatto prolunga per Masucci il quale in rovesciata serve Lucca solo davanti a Pisseri: diagonale perfetto che si spegne nell’angolo alla destra dell’estremo difensore piemontese: 2-0. Arena impazzita. Doppietta per Lucca che in mezzo’ora praticamente decide il match. L’Alessandria con orgoglio ci prova con una punizione di Beghetto, palla alta sopra la traversa. Longo richiama Abou Ba e appunto Beghetto per inserire Lunetta e Bruccini. Ma è il Pisa a sfiorare il 3-0 con una deviazione di De Vitis sottomisura. Sono tre i minuti di recupero concessi da Cosso. Non c’è più tempo, il Pisa conquista il suo secondo successo consecutivo davanti al suo pubblico e si porta in testa alla classifica a punteggio pieno.

PISA – ALESSANDRIA 2-0

PISA (4-3-1-2): 1 Nicolas; 6 Hermasson, 4 Caracciolo, 3 Leverbe, 19 Birindelli (66′ 20 Beruatto); 8 Marin, 27 Gucher (72′ 26 Masucci), 15 Tourè (72′ 30 De Vitis); 18 Mastinu (53′ 9 Lucca); 77 Marsura, 17 Sibilli (66′ 11 Cohen). A disp. 22 Livieri, 25 Dekic, 13 Seck, 21 Quaini 28 Di Quinzio, 29 Cisco, 36 Piccinini. All. Luca D’Angelo

ALESSANDRIA (3-4-3): 12 Pisseri; 13 Benedetti, 44 Mantovani, 7 Parodi; 17 Mustacchio, 21 Casarini, 6 Abou Ba (87′ 16 Bruccini), 14 Beghetto (87′ 8 Lunetta); 4 Chiarello (74′ 20 Orlando), 18 Corazza (74′ 10 Marconi), 29 Palombi (61′ 11 Arrighini). A disp. 1 Crisanto, 33 Russo, 25 Pierozzi, 62 Milanese, 72 Kolaj, 77 Celesia. All. Moreno Longo

ARBITROFrancesco Cosso della sezione di Reggio Calabria (Ass. Sechi – Laudato). Quarto Uomo Tremolada. VAR: Valerio Marini di Roma 1. Ass. VAR: Lo Cicero di Brescia

RETI: 79′ e 84′ Lucca (P)

NOTE. giornata calda, terreno in perfette condizioni. Ammoniti Mantovani (A), Benedetti (A). Angoli 3-1. Rec pt 1′; st 3′. Spettatori 3.882

By