Pisa-Andria 1-0: i nerazzurri tornano al successo. Decide un rigore di Favasuli

PISA –  Dopo tre sconfitte consecutive e seppur a fatica, con un Andria combattiva e votata aklla fase prettamente difensiva, torna al successo (1-0) firmato Favasuli, che realizza il suo ottavo centro della stagione e dà ossigeno a tutto l’ambinete in vista della gara di Barletta tra sette giorni.

In un Arena con veramente pochi intimi e in una giornata gelida, mister Alessandro Pane decide diu cambiare modulo per far fronte alla crisi che vede il Pisa sconfitto da tre gare consecutive, da opporre all’Andria Bat. Si passa dal 3-5-2 al 3-4-3. Out Mingazzini per squalifica, Benedetti infortunato, il tecnico nerazzurro decide di schierare in difesa Sbraga, Sabato e Carini con Pedrelli (il nuovo arrivato debutta dal 1′ in maglia nerazzurra) esterno di sinistra. A centrocampo c’è il rientro di capitan Favasuli. Rizzo si accomoda in panchina e Fondi vince il ballottaggio con Barberis. Buscè viene schierato come ala destra. In attacco a dare una mano a Tulli e Perez c’è Leonardo Gatto. L’Andria scende all’Arena con il recupero in extremis di Maccan spalla del sempreverde Innocenti in gol all’andata con il Pisa. Tartaglia vince il ballottaggio con Scrugli per il ruolo di terzino destro. In panchina il nuovo acquisto Cutrupi arrivato poche ore fa dall’Hinterreggio (Seconda Divisione).

Il primo tempo. Pisa in maglia nerazzurra, l’Andria si presenta con la casacca gialla, pantaloncini neri. Al 2′ Tulli prova l’azione solitaria sulla sinistra ma il suo tiro termina fuori. Si mette in evidenza anche il nuovo acquisto Pedrelli che al 7′ impegna Rossi che non trattiene, poi Contessa libera l’area rifugiandosi in angolo. All’11’ episodio dubbio. Gatto viene messo giù in area da Contessa. L’arbitro lascia correre. Episodio da rivedere. Al 13′ altra tegola per mister Pane che deve rinunciare a Buscè per infortunio (probabile frattura al malleolo). Al 16′ il tecnico nerazzurro fa fare il suo ingresso a Luca Rizzo. La partita è scialba, il Pisa attacca, ma l’Andria si chiude a riccio in difesa e il Pisa fa fatica a trovare spazio tra le maglie dei pugliesi. Al 31′ azione pericolosa del Pisa: cross di Favasuli da sinistra, colpo di testa di Gatto, palla di poco alta sopra la traversa. Non succede nient’altro di rilevante. da segnalare le due ammoinizioni a Contessa e Migliaccio per l’Andria. La prima frazione dopo 3′ di recupero si chiude a reti bianche.

Il secondo tempo. Nessuna variazione tattica nei due schieramenti ad inizio ripresa. Il Pisa parte forte e dopo 20″ Tulli calcia alto sopra la traversa. Al 4′ bello scambio Tulli-Rizzo che non  va a buon fine. Al 6′ viene ammonito il nuovo acquisto Pedrelli. Al 10′ ci prova Fondi dal limite, palla altissima e tre minuti più tardi Sepe è costretto ad uscire sui piedi di Taormina in area nerazzurra. Tra il 16′ e il 16′ si vede Tulli che prima calcia a lato in diagonale e poi si fa respingere il tiro in area. Sul rimpallo in un area intasatissima Fondi mette alto. Al 23′ si sblocca la partita. gatto recuperapalla sull’out di destra e viene messo giù in area. Rigore per il Pisa e seconda ammonizione per Contessa che viene espulso. Andria in dieci. Favasuli non sbaglia e porta in vantaggio i nerazzurri che vanno vicini al gol anche al 33′ con Tulli e concludono a rete con Rizzo. Nel finale Grieco sostituisce Gatto con Barberis e Colombini per Pedrelli. Il Pisa non rischia niente. Perez al 44′ impegna Rossi in angolo. E’ l’ultima azione del match. Il Pisa porta a casa i tre punti.

You may also like

By