Pisa – Arezzo 0-0. I nerazzurri non sfondano il muro aretino

PISA – Finisce a reti bianche la sfida tra Pisa e Arezzo nell’anticipo della terza giornata del campionato di Serie C

di Antonio Tognoli

PRE MATCH. Rispetto alla sfida inaugurale contro il Cuneo mister D’Angelo opera alcuni cambi tra i quali quello in attacco che vede Masucci come spalla di Moscardelli. In difesa davanti a Gori invece ci sono Masi, Buschiazzo e l’ultimo arrivato Liotti. A centrocampo Zammarini e Lisi sono gli esterni mentre il centrocampo è completato da Gucher Izzillo e Di Quinzio. Il tecnico D’Angelo recupera anche Maffei e Brignani ma entrambi partono dalla panchina. L’Arezzo si schiera con il 4-3-1-2. Davanti a Pelagotti ex di turno ci sono Luciani, Pelagatti, Pinto e Sala. Tre. Centrocampo con Buglio e Foglia a fungere da esterni con Basit in mezzo. Serrotti gioca alle spalle di Brunori e Cutolo.

PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra Arezzo in maglia bianca e pantaloncini amaranto. Nei primi minuti meglio il Pisa trascinato da Moscardelli che si conquista una punizione e poi dai 30 metri con il sinistro spara alto. Il Mosca fa impazzire i suoi ex compagni costretti sovente al fallo. Moscardelli ci riprova poco più tardi con il destro dopo un dribbling ma Pelagotti gli dice di no e devia in angolo. Intorno alla mezz’ora la Curva Nord abbandona lo stadio in segno di protesta perché la gara è iniziata nonostante l’incendio sul Monte Serra. Intanto in campo non ci si ferma un attimo. Moscardelli continua a far venire il panico alla retroguardia aretina. Ci prova dalla distanza Izzillo ma il suo destro è da dimenticare e termina alto sopra la traversa. L’Arezzo si fa vedere con una discesa di Foglia fermata in extremis da Masi e intorno alla mezz’ora su un traversone di Luciani da destra Serrotti colpisce di testa con la palla che termina non di molto a lato. La gara diventa spigolosa il Pisa ci prova con i cross dalle fasce e con le incursioni del Mosca ma l’Arezzo resiste agli assalti portati dagli avanti di D’Angelo. Il primo tempo si chiude sullo 0-0.

IL SECONDO TEMPO. Inizio ripresa blando con l’Arezzo più attivo. D’Angelo toglie Izzillo e inserisce Cuppone. Ma è Masi di testa a sfiorare la traversa al 7′. D’Angelo cambia. Dentro Birindelli è Marconi fuori Zammarini e Masucci. La gara si innervosisce si accende un parapiglia sotto la gradinata. Ne fanno le spese Basit e Gucher che si beccano il giallo. Pisa che non riesce a sbloccarla al cospetto di un Arezzo che si difende su ogni pallone e con ogni mezzo. Poco oltre la mezz’ora anzi il Pisa rischia di subire il vantaggio aretino con il sinistro di Brunori che Gori toglie dal sette e devia in angolo. D’Angelo a dieci dal termine toglie Moscardelli e Gucher ed inserisce Marin e Cernigoi. Pochi istanti dopo Buschiazzo di testa impegna Pelagotti che blocca la sfera. Al 41′ Marconi imbecca Cuppone che al volo calcia alto. Pochi istanti dopo Buglio mette giù Di Quinzio al limite. Si incarica della battuta lo stesso Di Quinzio che costringe alla grande patata Pelagotti che si rifugia in angolo. Sono quattro i minuti di recupero. Succede di tutto con il Pisa che si mangia con Lisi la palla della vittoria.

PISA – AREZZO 0-0

PISA (3-5-2): Gori, Buschiazzo, Masi, Liotti, Zammarini (59′ Birindelli), Gucher (79′ Cernigoi), Izzillo (50′ Cuppone). Di Quinzio, Lisi, Moscardelli (79′ Marin), Masucci (59′ Marconi) . All. Luca D’Angelo

AREZZO (4-3-1-2): Pelagotti, Luciani, Pelagatti (59′ Borghini), Pinto, Sala, Buglio, Basit, Foglia, Serrotti (86′ Tassi) , Brunori, Cutolo. All. Alessandro Dal Canto

ARBITRO: Luca Zufferli della sezione di Udine (Ass. Sartori e Fraggetta)

NOTE: terreno in perfette condizioni. Spettatori 5.932. Incasso non comunicato Angoli 8-8. Ammoniti Izzillo, Luciani, Foglia, Basit, Gucher, Buschiazzo. Rec pt 2′, st 4′

By