Pisa – Arzachena 2-0 Di Quinzio-Marconi, la premiata ditta del gol. Secondo successo consecutivo in pochi giorni

PISA – Il Pisa Sc batte con pieno merito l’Arzachena (2-0) e conquista il suo secondo successo consecutivo in tre giorni. La formazione di mister D’Angelo sblocca subito la situazione con Di Quinzio e raddoppia prima del 20′ con Marconi. Nella ripresa il Pisa controlla la sfida al cospetto di un avversario che ha provato a reagire, ma senza costrutto. Adesso domenica il Pisa e’ chiamato ad una prova di continuità nel derby del Mannucci contro il Pontedera.

 

di Antonio Tognoli 

PRE GARA. Mister Luca D’Angelo per il terzo turno infrasettimanale della stagione deve fare a meno di Marin e Buschiazzo. Il tecnico nerazzurro schiera davanti a Gori il trio formato da Masi, Meroni e Liotti. Birindelli e Lisi sono gli esterni. A centrocampo spazio a Gucher, De Vitis e Di Quinzio. In attacco spazio a Masucci e Marconi. La squadra sarda risponde con un 3-5-2. Davanti a Ruzittu ci sono Busatto, La Rosa e Baldan. Sugli esterni spazio ad Arbolena e Pandolfi. A centrocampo spazio a Porcheddu, Casini e e Gatto. In attacco ci sono Ruzittu D. e Sanna. Serata fredda in una Arena Garibaldi che non mostra il pubblico delle grandi occasioni nel terzo impegno infrasettimanale della stagione. L’Arena scende per la prima volta contro l’Arzachena, sotto le 5.000 presenze.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, l’Arzachena scende all’Arena in casacca bianca con bordatura verde. Il Pisa parte subito in attacco e conquista una punizione dalla tre-quarti. Se ne incarica Di Quinzio, la palla calciata dal numero dieci viene respinta dalla difesa sarda e arriva sulla testa di Birindelli che la rimette al centro laddove arriva in corsa da dietro proprio Di Quinzio (3′) che al volo mette la palla, dopo un tocco sulla parte bassa della traversa, alle spalle di Ruzittu M.. Inizia bene per il Pisa, che pero’ al 6′ deve subito rinunciare a Masi per infortunio. Mister D’Angelo getta a freddo nella mischia Brignani. L’Arzachena risponde al Pisa conquistando una punizione, una specie di calcio d’angolo corto. Se ne incarica Gatto, ma Gori dice no e devia la sfera oltre la traversa. Sul corner per i sardi pero’ Di Quinzio ruba palla a centrocampo fa quaranta metri palla al piede, attende l’inserimento di Marconi che deve solo spingere in rete a porta a rete praticamente sguarnita: 2-0. Marconi dopo aver realizzato quattro gol in trasferta, firma il suo quinto sigillo davanti al proprio pubblico. Tutto troppo facile sin qui per il Pisa. Al 20′ i nerazzurri cestinano addirittura il 3-0 con una punizione dalla tre quarti che pesca De Vitis, che da zero metri pero’ alza sopra la traversa. I nerazzurri gestiscono il match e sfiorano ancora il gol con un destro di Brignani scaturito da un azione proveniente da calcio d’angolo che Ruzittu respinge a terra. Al 33′ Manca rileva l’infortunato Busatto. Il primo tempo si chiude sul 2-0 per i nerazzurri.

IL SECONDO TEMPO. Ad inizio ripresa l’Arzachena inserisce Onofri al posto di Gatto, uno dei più positivi nella prima frazione della squadra sarda. La prima occasione della ripresa e’ del Pisa con Marconi che di testa impegna l’estremo sardo che blocca facilmente. L’Arzachena risponde al 4′ con un sinistro di Porcheddu con palla che termina ampiamente sul fondo. Poco prima del quarto d’ora mister D’Angelo toglie Liotti (forse per un risentimento muscolare) ed inserisce Nicolas Izzillo, spostando De Vitis sulla linea difensiva. Nel frattempo mister Giorico prova a cambiare qualcosa: dentro Bruni e fuori uno spento Casini ammonito poco prima. Succede poco in questa seconda frazione di gara, dai ritmi lenti di controllo per il Pisa e di qualche frenetica giocata da parte dell’Arzachena. Nelle fila nerazzurre dentro Cuppone poco dopo il quarto d’ora e fuori un Masucci che esce tra gli applausi dell’Arena. La gara si chiude dopo tre minuti di recupero 2-0 per il Pisa.

 

PISA – ARZACHENA 2-0

PISA (3-5-2): Gori; Masi (6′ Brignani), Meroni, Liotti (59′ Izzillo): Birindelli, Gucher, De Vitis, Di Quinzio, Lisi; Marconi, Masucci (77′ Cuppone). A disp. D’Egidio, Cardelli, Zammarini, Cernigoi, Moscardelli, Maffei. All. Luca D’Angelo.

ARZACHENA (3-5-2): Ruzittu M.; Busatto (33′ Manca), La Rosa, Baldan; Arboleda, Porcheddu, Casini (68′ Bruni), Gatto (46′ Onofri), Pandolfi; Ruzittu D., Sanna. A disp. Pini, Corinti, Loi, Nuvoli. All. Mauro Giorico

ARBITRO: Francesco Carrione della sezione di Castellammare di Stabia (Ass. Fine – Bocca)

RETI: pt 3′ Di Quinzio, 18′ Marconi

NOTE: serata fredda e piovosa, terreno in perfette condizioni. Ammoniti Brignani, Meroni, Casini, Birindelli.  Angoli 3-3. Rec pt 2′, st 3′. Spettatori 4.830 per un incasso di 39.240 euro. Prima del fischio di inizio un minuto di raccoglimento per ricordare il Cavalier Sestilio Paletti padre del vicepresidente nerazzurro.

By