Pisa Beach Soccer, dopo il decimo posto in Coppa si pensa al campionato

PISA – La Coppa Italia 2015 vede il Pisa Beach Soccer aggiudicarsi il decimo posto. Migliorato il piazzamento della precedente edizione ma resta il rammarico per non aver potuto raggiungere posizioni migliori a causa dell’accoppiamento sfavorevole della prima partita.

image

Infatti, i nerazzurri di mister Cecchi esordiscono contro il Catania Beach Soccer, una delle squadre pretendenti al titolo finale: la squadra riesce a tenere testa ma due azioni individuali dei siciliani portano il risultato sul 2 a 0. La sconfitta nella prima partita fa escludere il Pisa direttamente dalle prime otto posizioni ma non per questo i nostri ragazzi si demoralizzano. Nella seconda giornata riescono a battere l’Udinese 6 a 4 e si superano nella terza con un 10 a 4 sul Barletta. Arrivato all’ultima giornata, il Pisa si gioca il nono posto contro l’Anxur Trenza ma la stanchezza, e anche un po’ di sfortuna, ci mettono lo zampino portando la vittoria alla squadra laziale per 4 a 3.

“Al di là dei risultati è stato un primo impegno ufficiale positivo,” commenta il presidente Alessandro Donati, “era importante giocare per cercare di amalgamare una rosa ampiamente rinnovata. Ottime prestazioni di tutti, dagli stranieri ai nuovi arrivati, dalla vecchia guardia ai giovani degli stage”. Archiviata la Coppa Italia, adesso è il momento di concentrarsi sul campionato: “Si sta creando un bel gruppo, stiamo gettando le basi per creare un grande Pisa Beach Soccer. In campionato sarà difficile mantenere una squadra competitiva per tutte e due le tappe visto che a San Benedetto mancheranno i nazionali Marrucci Matteo e Jose Cintas Caro ed inoltre saremo inseriti in un girone di ferro”.

Anche il mister Francesco Cecchi pensa già al campionato: “E’ evidente che ci saremo pure noi a creare scompiglio fra le grandi. Ci hanno messo in un girone dove ci sono 5 teste di serie, noi non lo siamo, e 2 di queste rimarranno fuori dalle finali: se ne vedranno delle belle! Gli altri hanno grandi giocatori individualmente bravi, noi un grande gruppo individualmente vincente!”.

By