Pisa, bollette non pagate. Devitalia unico mezzo per comunicare. “Siamo dalla parte del Pisa ma la società si faccia viva”

PISA – Nei giorni scorsi il Pisa 1909 si è ritrovato con i telefonini staccati, le linee telefoniche non funzionavano a causa del mancato pagamento degli ultimi due mesi di bollette. L’ennesimo disagio per lo staff nerazzurro, l’ennesimo scoglio da superare in una situazione che è diventata davvero complicata.

L’unico mezzo per comunicare per il club nerazzurro sono le reti Wi-Fi e la telefonia fissa garantiti da Davitalia, azienda pisana di Telecomunicazioni con sede a Migliarino Pisano, la quale ha fatto sapere alla trasmissione “Il Nerazzurro” condotta da Massimo Marini che manterrà il servizio senza soluzione di continuità.

“Non abbiamo alcun interesse a creare un disservizio alla società – ha dichiarato Fabio Calabrese, amministratore delegato Devitalia martedì sera all’emittente Granducato TV, perché noi siamo sempre dalla parte del Pisa, qualunque sia la proprietà. Allo stesso tempo ci teniamo però a precisare che non abbiamo alcun contratto di sponsorizzazione con l’AC Pisa 1909 e che quindi la società risulta essere solo un cliente cui fatturiamo senza le compensazioni che verrebbero garantite da un rapporto di scambio. Ci piacerebbe quindi che la proprietà si facesse viva per pensare a definire un rapporto secondo un interesse che sicuramente è reciproco”.

By