Pisa che cambia. Ecco i progetti delle aree ex Vacis e Piaggio a Porta a Mare

PISA – Presentati presso la sala stampa del comune di Pisa i due importanti progetti relativi al recupero dell’Area di Porta a Mare ed illustrati dall’Assessore all’Urbanistica Ylenia Zambito e dal Sindaco di Pisa Marco Filippeschi.

di Giovanni Manenti

In sostanza, gli stessi interessano l’area ex Piaggio, attualmente abbandonata e che verrà interamente recuperata attraverso la demolizione dei vetusti capannoni industriali per realizzare uno studentato universitario con 800 camere da circa 22mq ciascuna.

Il secondo intervento riflette, viceversa, il pieno recupero dell’Area ex Vacis (su cui operava la ex Galazzo Prefabbricati) e rilevata dalla Viste le Fallimentare da parte dell’impresa Braccianti, su cui sorgerà un Centro Commerciale suddiviso in due distinti settori, uno per la fornitura di prodotti per l’edilizia e ferramenta e l’altro per la fornitura di prodotti del settore gastroalimentare.

“Abbiamo presentato al Consiglio comunale due proposte di delibera relative a piano di recupero di aree dimesse per pianificare gli interventi – afferma l’assessore all’urbanistica Ylenia Zambito – insieme partiranno i relativi lavori e sono due insediamenti, uno a carattere commerciale e l’altro a carattere turistico-ricettivo, in quanto nel periodo estivo da destinare ai turisti ed in quello invernale a favore degli studenti che frequentano la nostra città. Accanto alla realizzazione dei fabbricati sarà realizzata una piazza pubblica con indubbio vantaggio come polo di attrazione per i giovani pisani, nonché un parco verde e parcheggi cui si unirà un centro voga per il Galeone e le barche delle Repubbliche marinare.

“Il progetto per l’area ex Vacis – prosegue la Zambito – è viceversa di natura commerciale e prevede la realizzazione di un centro all’ingrosso destinato non alle famiglie, bensì a professionisti ed aziende del settore, con una dimensione pari alla media distribuzione, cui è abbinato un altro centro commerciale a carattere alimentare destinato solo ad aziende del settore. L’area ex Vacis aveva bisogno di opere di bonifica (anche dell’amianto) già eseguite e pertanto potranno partire i lavori che alla loro ultimazione, consentiranno altresì un positivo impatto dal punto di vista occupazionale con la creazione di 250 nuovi posti di lavoro”, conclude la Zambito.

“Sono contento che si sia portato a conclusione anche l’iter di queste due importanti operazioni che ci consentono di aver quasi ultimato il piano di recupero dell’Area ex Porta a Mare”, afferma il Sindaco Marco Filippeschi.

“Per il piano ex Vacis dobbiamo ammettere che si è reso possibile grazie all’insediamento IKEA a dimostrazione che gli investimenti mirati portano a risultati positivi. Per l’Area ex Piaggio il progetto era sfumato, ma siamo contenti di aver poi raggiunto un obiettivo di prestigio per 1.000 studenti, con un ritorno anche sul centro storico in quanto si libereranno alloggi abitativi, senza sottovalutare l’arricchimento qualitativo della città dal punto di vista commerciale per gli insediamenti dell’ex Area Vacis, con annessa creazione di nuovi posti di lavoro.

Questi sono fatti che hanno anche una valenza politica in quanto hanno dimostrato che gli impegni assunti sono stati mantenuti e coloro che anche giovedì in Consiglio comunale non hanno votato questi progetti di così palese importanza dovranno domandarsi cosa sarebbero stati in grado di fare loro e soprattutto, cosa saranno in grado di programmare in futuro qualora fossero chiamati a governare questa città”.

By