Pisa, cartello contro un medico nel palazzo dove abita. Pieroni e Nardini (Pd): “Inaccettabile”

PISAAlessandra Nardini consigliera regionale Pd si esprime in merito al cartello appeso all’ingresso di un palazzo a Pisa dove abita un medico che lavora nel reparto Covid dell’ospedale di Cisanello.

Solidarietà alla dottoressa dell’ospedale di Cisanello che con un cartello appeso all’ingresso del palazzo in cui vive, a Pisa, è stata invitata dai condomini ad assumere precauzioni negli spazi comuni. Non bastano i turni massacranti, il rischio quotidiano che medici, infermieri e operatrici e operatori della sanità corrono ogni giorno per curare i pazienti affetti da Coronavirus. Ben vengano le scuse da parte dell’autore del gesto, un atto dovuto nei confronti della dottoressa in questione e delle lavoratrici e dei lavoratori della sanità che ci stanno, letteralmente, salvando la vita.  Alle lavoratrici e ai lavoratori del mondo della sanità dovremmo dire soltanto grazie. Accettare e seguire le regole è l’unico modo che abbiamo per contrastare la diffusione del Covid-19. Ogni atto discriminatorio contro chi nelle corsie degli ospedali combatte questa battaglia in prima linea deve essere stigmatizzato. Dopo aver letto di questo brutto e triste episodio avvenuto a Pisa ho pensato a cosa diceva Berlinguer: ‘Ci si salva e si va avanti se si agisce insieme e non solo uno per uno’.

Alla Nardini fa eco il consigliere regionale Pd Andrea Pieroni in seguito allo spiacevole gesto che ha visto affiggere un cartello nel condominio dove abita una dottoresa.

Sono momenti di sgomento e paura, ma dobbiamo rimanere saldi ai principi di civiltà e di solidarietà e non è tollerabile che ad una dottoressa, medico in prima linea contro questo terribile virus, si mandino messaggi di ingratitudine, che sfiorano l’intimidatorio.Immaginiamo una persona che, dopo turni massacranti per aiutare a guarire le persone malate, rientra a casa e trova un messaggio così – continua Pieroni – Esprimo la mia solidarietà alla dottoressa. Ad una persona del genere e a tutto il personale ospedaliero e sanitario c’è solo da dire grazie, grazie e ancora grazie. E anche le persone che hanno affisso il cartello nel condominio lo dovrebbero fare“.

Loading Facebook Comments ...
By