Pisa, chiuso esercizio pubblico in centro. Era ritrovo di pregiudicati

PISA – Sono stati ulteriormente rafforzati i servizi di controllo del territorio a seguito delle direttive emanate in ambito del Comitato Provinciale di Ordine e Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto di Pisa ed aventi come obiettivo particolare la verifica delle segnalazioni dei cittadini e dei residenti.

Insieme agli agenti delle Volanti 113, i servizi nel centro storico della città vengono svolti da personale in borghese per accertare la presenza di pregiudicati o persone pericolose all’interno dei locali pubblici cittadini. All’interno di un locale del Lungarno Mediceo la scorsa notte è stato arrestato dai Carabinieri di Pisa un cittadino straniero in fase di flagrante spaccio di sostanza stupefacente, hashish e cocaina, suddivisa in dosi. Incrociando gli ultimi dati in possesso di Polizia e Carabinieri, ottenuti attraverso i controlli giornalieri del controllo del territorio, si è dimostratoche il locale e lo spazio antistante del pub erano ormai da ritenere un ritrovo di persone pregiudicate o pericolose per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume e la sicurezza dei cittadini. In quello stesso locale, nell’estate appena trascorsa, avrebbe consumato bevande alcoliche e stupefacenti una minore di anni 18 ricoverata d’urgenza presso l’Ospedale di Pisa ed in data 30 settembre 2019 il Questore di Pisa aveva già decretato la sospensione per giorni 7 della licenza di somministrazione di alimenti e bevande. Anche in data 25 maggio 2017 il Questore di Pisa aveva già emesso un decreto di sospensione per 15 giorni della licenza di somministrazione poiché quel locale era stato ritenuto un punto di aggregazione e ritrovo per pregiudicati e tossicodipendenti. Tra il 2018 e il 2019 il locale è inoltre stato oggetto di varie contestazioni di violazioni amministrative in materia di alcolici a maggiorenni e minorenni contestate dalla Polizia Municipale. Il Questore di Pisa, acquisendo tutte le informazioni da tutte le Forze di Polizia, ritenendo pertanto pienamente sussistenti le condizioni di applicazione dell’art. 100 t.u.l.p.s. ( Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza ) , ha emesso, a far data da oggi 05 novembre 2019, un decreto di sospensione di 20 giorni della licenza di quel locale sul Lungarno Mediceo, con conseguente chiusura dell’attività commerciale per identico periodo, poiché – alla luce delle informazioni raccolte e dagli accertamenti esperiti – le frequentazioni di quel locale costituiscono un pericolo per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume e la sicurezza dei cittadini, ritenendo che l’abuso delle bevande alcoliche, soprattutto da parte dei minori, rappresenti una grave problematica sia per la salute dei ragazzi ma anche acquisti risvolti di carattere sociale poiché è causa di pericolo per la sicurezza pubblica in ragione degli effetti inebrianti che tale assunzione provoca con effetti pericolosi e di disturbo anche per il resto della comunità . I citati servizi di prevenzione e repressione continueranno per una maggiore attività di prevenzione e repressione degli illeciti amministrativi, affiancandosi ai consueti servizi di controllo del territorio i cui risultati positivi in termini di arresti effettuati ed espulsioni eseguite sono particolarmente apprezzati.

Fonte: Questura di Pisa

By