“Pisa contro la violenza” chiede pace e giustizia per Zakir

PISA – Oltre un migliaio i partecipanti alla manifestazione per ricordare Zakir, che si è snodata in un corteo da piazza Vittorio Emanuele a piazza Mazzini, a cui hanno partecipato i rappresentanti di tutte le comunità di stranieri presenti a Pisa. I cartelli, gli striscioni e i cori chiedevano pace, giustizia e verità. Ad apertura della manifestazione la comunità bengalese ha voluto commemorare l’anima di Zakir Hossein con un minuto di silenzio.

Foto0010

Foto0015

Sono intervenuti, per le autorità, il sindaco Marco Filippeschi che con il presidente della Provincia Andrea Pieroni, il consigliere Riccardo Buscemi e il capo della comunità bengalese a Pisa, hanno aperto il corteo. Presenti anche Maria Chiara Carrozza, il sindaco di Calci Bruno Possenti, il sindaco di Cascina Alessio Antonelli e il prefetto Tagliente, che si è unito alla manifestazione quando questa è terminata arrivando sotto il Palazzo della Prefettura.

donne bengalesi alla manifestazione
donne bengalesi alla manifestazione

Foto0008

“Siamo soddisfatti che le indagini abbiano individuato i responsabili”- afferma Sergio Bontempelli di Africa Insieme- “e siamo vicini ai familiari per sostenerli ed aiutarli in questa difficile fase, per le loro necessità”. Anche il Console Generale Onorario del Bangladesh Toscana, Giorgia Granata, presente alla manifestazione con l’ambasciatore del Bangladesh Saddat Hossain, afferma “Siamo venuti a dare sostegno e vicinanza alla comunità bengalese pisana e per cercare di realizzare i sogni di Zakir, lui desiderava portare la famiglia in Italia per far studiare qua i suoi figli”.

Foto0012

Foto0011

La comunità bengalese è molto cospicua a Pisa e conta circa 1.500 persone, ci racconta Sharkir Md Mamun, commerciante da quindici anni presente nella nostra città. “Siamo integrati e non abbiamo mai avuto problemi di razzismo, lavoriamo soprattutto nel settore del commercio e della ristorazione, come faceva appunto Zakir”.

il sindaco Filippeschi e il consigliere Buscemi
il sindaco Filippeschi e il consigliere Buscemi
Il Prefetto Tagliente e Maria Chiara Carrozza
Il Prefetto Tagliente e Maria Chiara Carrozza
l'angolo tra Corso Italia e vicolo San Bernardo dove è stato aggredito Zakir
l’angolo tra Corso Italia e vicolo San Bernardo dove è stato aggredito Zakir

 

Il sindaco Filippeschi ha voluto sottolineare sia i toni civili della reazione della comunità bengalese, e come questa faccia loro onore, che la risposta della città che si situa nel solco della tradizione civica che da sempre ci appartiene.

Questi gli estremi per partecipare alla colletta di sostegno economico alla famiglia di Zakir: conto corrente bancario intestato a “Notaio Bianca Corrias Solidarietà Famiglia di Zakir” codice IBAN: IT35  S 05034 14011 000000004949

You may also like

By