Pisa crede nelle auto elettriche

PISA – Piaccia o meno, in questi anni l’industria dell’automobile sta vivendo una vera e propria rivoluzione caratterizzata dall’elemento tecnologico. Prima Internet che ha modificato profondamente il lato commerciale.

Oggi è così facile vendere o acquistare un auto usate sul web senza bisogno di alcun intermediario per portare a termine la trattativa. Inoltre l’e-commerce consente di risparmiare notevolmente sui pezzi di ricambio grazie a portali come il sito tuttiautopezzi.it e molti altri simili presenti online.

Le due nuove sfide invece si chiamano automazione e green power. Per quanto riguarda il primo aspetto già oggi le macchine grazie a vari sensori eseguono autonomamente molte operazioni ma la tecnologia vuole arrivare in un futuro prossimo a mezzi capaci di guidarsi da sé dove l’essere umano si limiterà soltanto ad indicare il punto di arrivo.

E poi, come scritto, c’è il cambiamento epocale della motorizzazione dei mezzi. Via benzina, diesel ed altre sostanze inquinanti per fare sempre più spazio all’elettrico. Certamente sarà una rivoluzione con varie tappe ma tanto si sta già muovendo, soprattutto il alcuni paesi del Nord Europa, in particolare in alcune città dove le macchine elettriche hanno già effettuato il sorpasso numerico a confronto di quelle tradizionali. Ed inoltre le principali case automobilistiche di tutto il mondo hanno anche iniziato a scandire il conto alla rovescia degli anni che mancano all’abbandono della produzione di auto tradizionali nei propri stabilimenti produttivi.

In Italia c’è ancora moltissimo da fare se pensiamo che la prima colonnina di ricarica per auto elettriche in autostrada è arrivata soltanto qualche mese fa ma da questo punto di vista, Pisa, dove anni fa fu progettata anche una macchina elettrica, e la sua provincia sono nettamente avanti rispetto alla media nazionale. In città infatti sono già presenti molte decine di colonnine di ricarica, un dato nettamente al di sopra di quello degli altri capoluoghi di provincia del nostre paese. Buona anche la presenza in provincia con la possibilità di effettuare la ricarica in molti centri come Cascina, Santa Croce sull’Arno, Volterra, Marina di Pisa e molte altre in una lista che andrà sicuramente ad allungarsi sin dai prossimi mesi.

Senza dimenticare che la rivoluzione green coinvolge anche i mezzi a due ruote con la presenza anche a Pisa di vari punti vendita dove già poterli acquistare, i dati nazionali sulla diffusione delle auto elettriche sono abbastanza incoraggianti. Negli ultimi due anni infatti in Italia la presenza di auto green è praticamente raddoppiata ogni 365 giorni e se pur siamo ancora lontani dal record norvegese (250.000 mezzi elettrici a fronte di una popolazione di soltanto 5 milioni di abitanti), il trend di crescita sembra destinato a crescere senza più esitazioni.

Oltre agli spostamenti privati, anche quelli pubblici stanno diventando sempre più green e pure da questo punto di vista, Pisa è ancora una volta all’avanguardia in Italia essendo fra i 10 capoluoghi di provincia in cui più della metà della mobilità quotidiana è green insieme ad altri centri come Napoli, Milano,  Bologna, Parma, Treviso e Ferrara. Da questo punto di vista invece sia Roma che Firenze invece devono compiere molti sforzi per raggiungere questi stessi traguardi.

 

By