Pisa, difesa bunker. Il Perugia si trasforma nei secondi tempi: un po’ di numeri

PISA – Aspettando il Match dell’Arena, andiamo a vedere qualche curiosità su Pisa e Perugia che scenderanno in campo alle ore 15.

Dopo dodici giornate il Pisa è sia l’attacco più anemico che la difesa bunker della Lega B 2016/17: in entrambi i casi sono 6 le reti, segnate ed incassate dai nerazzurri toscani.

Pisa senza successi da 6 giornate: 4 pareggi e 2 sconfitte il bilancio toscano, con ultima affermazione datata 24 settembre, 2-1 sull’Ascoli con le reti realizzate da Varela e Verna.

Il Pisa è la formazione regina della Lega B 2016/17 per numero di pareggi per 0-0, dopo 12 turni del torneo: sono quattro i risultati ad occhiali ottenuti dai nerazzurri.

Il Pisa ha il peggior attacco del torneo: i toscani non segnano in assoluto da 208’ (Mannini al 62’ di Latina- Pisa 1-1 del 22 ottobre scorso, poi i residui 28’ del “Francioni” e le gare contro Verona e Salernitana doppio 0-0), all’Arena addirittura da 286’ (ultimo sigillo di Verna al 74’ di Pisa-Ascoli 2-1 del 24 settembre scorso, poi i residui 16’ di quella partita e le intere contro Spal e Vicenza – doppio 0-1 – e Verona, 0-0). In generale, essendo reduce da due 0-0 consecutivi, il Pisa – tuttavia – non incassa reti da 262’, dall’8° di Latina-Pisa 1-1 rete realizzata da Paponi.

Il Perugia ha schierato 25 giocatori nelle prime 12 giornate del campionato di serie B. Nessuno ha cambiato così tanto come i biancorossi umbri di mister Bucchi.

Il Perugia è una delle tre formazioni cadette 2016/17 con Benevento e Cittadella, che migliora maggiormente i risultati nei secondi 45’: +4 per ciascuna. Il Perugia è passato da 0-0 a 1-0 contro la Spal, da 1-1 a 2-1 a Frosinone e da 0-0 a 2-0 sul Cittadella, cui fanno da contraltare i passaggi da 0-0 a 0-1 contro il Bari in casa e da 1-1 a 1-2 a Chiavari.

By