Pisa Fashion Day torna a Pisa con una tre giorni di alta moda

PISA – Torna a Pisa la quarta edizione del Progetto internazionale “PISA FASHION DAYS 2019“, dedicato alla moda, arte e letteratura che si svolgerà da venerdì 22 a domenica 24 marzo presso il “Meeting Art & Craft Center” all’interno della Camera di Commercio di Pisa posta in Piazza Vittorio Emanuele II, manifestazione patrocinata dall’Ambasciata della Federazione russa in Italia, dalla Regione Toscana e dal Comune di Pisa.

di Giovanni Manenti

Un’iniziativa tesa a rinsaldare le relazioni tra il nostro Paese e la Russia e che ha principalmente lo scopo, grazie soprattutto alla solerte attività di Tatiana Tikhonova, organizzatrice dell’evento, di mettere a confronto stilisti emergenti provenienti, oltre che dall’Italia e dalla Russia, anche da Germania, Israele ed Ucraina, i quali presenteranno le loro ultime collezioni in un contesto dove sarà premiata la creatività nell’ambito del settore della moda d’avanguardia.

I relativi capi, indossati da modelle professioniste, saranno passati al vaglio di una Giuria di esperti del settore, dopo aver sfilato sulla passerella a colpi di stile e design, ed a coloro che risulteranno vincitori sarà data l’occasione di partecipare a degli stage presso la Scuola di moda italiana di Luciano Di Nardo, mentre le loro creazioni troveranno spazio su testate giornalistiche internazionali di moda.

Nel prossimo weekend, peraltro, visto che il venerdì è dedicato esclusivamente al casting delle modelle ed alle relative prove, la moda sarà l’evento trainante, ma non esclusivo di questa due giorni internazionale che intende unire un altrettanto interessante percorso legato al Turismo enogastronomico, alla musica ed alla letteratura, con la possibilità di gustare aperitivi con il coinvolgimento di produttori locali di vini e formaggi, così come sarà presentato il libro “Contessa Golizina, principessa della moda”, mentre per ciò che concerne la musica, vi sarà l’esibizione di un soprano di fama internazionale.

Ospite d’onore della manifestazione, nonché membro della giuria sarà Natalia Andronova, capo redattore e produttore di Brand Travel, nonché Ambasciatore di volontà presso l’Organizzazione delle Nazioni Unite per il Turismo (UNWTO) ed altresì Consigliere dell’Agenzia Federale per il Turismo della Federazione russa, alla quale si aggiunge l’importante partnership della Associazione internazionale “I Colori della Pace”, Ente che si prefigge di divulgare un messaggio di pace universale attraverso i bambini e che mediante “PISA FASHION DAYS 2019” intende promuovere la propria attività che la vede presente in 113 paesi.

“Ringrazio l’amministrazione comunale per la disponibilità fornita – afferma Tatiana Tikhonova – per l’organizzazione di questo evento che per noi rappresenta anche un’occasione di comunione tra i vari Paesi e che propone un modello senza limiti di età perché si può divenire designer sia a 20 come a 60 anni ed abbiamo scelto Pisa come sede perché è la più accogliente per una manifestazione di tale livello che coinvolge pertanto soggetti provenienti da ogni parte d’Europa, oltre che da Israele. Saranno presenti ben 17 Designer, oltre ad una sfilata anche per donne over 50 ed altre iniziative con musica lirica e balletti di bambini ucraini sulle musiche dello “Schiaccianoci” di Chaikowskj. Ad aprire la sfilata sarà body painter Maurizio Fruzzetti, uno dei massimi esperti mondiali di Skin Arts, il quale presenterà le sue modelle con dipinti sulla pelle temi dedicati a Pisa ed al mare”.

“Il Parco della pace, costituito nel 2000 a Sant’Anna di Stazzema – Antonio Giannelli – ha come progetto quello di far crescere la pace nel mondo attraverso i bambini che coinvolge oramai oltre 100 Paesi del Pianeta, di cui uno dei più importanti è la Russia e collaboriamo con Pisa Fashion Days in quanto presenteremo un catalogo formato dai disegni di bambini russi che sfileranno con delle T-shirt con stilizzati alcuni dei disegni stessi”.

“Il turismo significa mettere insieme culture e questa iniziativa serve a dimostrare quanto sia forte il legame tra l’italia è la Russia – afferma Paolo Pesciatini – attraverso un’iniziativa che può assumere nel tempo una importante valenza per la nostra città, in sinergia con realtà ricettive locali ed altre imprese del settore, e che coniuga la bellezza nei campi in cui ha maggior risalto, quali moda, musica e letteratura”.

By