Pisa festeggia il centenario delle Forze Armate. Le foto

PISA – Non era una ricorrenza come le altre, quella del 4 novembre 2018, poiché veniva festeggiato il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale e di conseguenza i 100 anni della Festa delle Forze Armate, inaugurata il primo Anniversario dopo la fine dell’evento bellico.

di Giovanni Manenti 
E Pisa non ha voluto far mancare il proprio sostegno a questa importante giornata, con una serie di iniziative promosse dal Comune assieme alla Prefettura ed al Presidio Militare.
La giornata si è aperta con le celebrazioni sul litorale, dapprima con un omaggio al Monumento ai caduti presso Largo Betti, a Marina di Pisa con deposizione di una corona d’alloro e quindi proseguendo su Tirrenia dove analogo omaggio è stato reso in Piazza dei Fiori l Monumento ai caduti di Nassiriya.
Le celebrazioni si sono quindi spostate in città dove, all’interno della Chiesa di Santa Caterina, nell’apposita Cappella dei Caduti, c’è stata, alla presenza del Sindaco Michele Conti, del Vice Prefetto reggente Dr. Valerio Massimo Romeo e del Comandante del Presidio Militare di Pisa Gen. Girolamo Iadicicco, la deposizione di una corona d’alloro e l’accensione di una lampada votiva accompagnata dalla lettura della preghiera dei caduti e dispersi.
. “Ringrazio il Sindaco di Pisa Michele Conti per averci ospitato in questa sala per la celebrazione del centenario delle Forze Armate – afferma Vice Prefetto Vicario Romeo – e per l’accoglienza che la città ci ha riservato, dando lettura del messaggio del Capo dello Stato che vuole ricordare le battaglie del Piave che 100 anni fa fece sì che nonostante i 4 anni di guerra i nostri soldati riuscirono a rovesciare le sorti di una guerra che sembrava persa portando a completamento il sogno risorgimentale di riunire Trento e Trieste alla nostra Nazione, a cui deve essere aggiunto il contributo delle donne che hanno con coraggio ed abnegazione preso il posto dei loro uomini al fronte nelle fabbriche ed in altri luoghi, pur non vedendo in molti casi i loro cari fare ritorno alle loro case. Il messaggio del Capo dello Stato si rivolge poi ai militari che tuttora assolvono i loro compiti sua in Italia che all’estero nelle varie missioni umanitarie.
“Ringrazio il Prefetto ed il Sindaco Michele Conti per questa cerimonia in Ponte di Mezzo – afferma Girolamo Iadicicco – per poi leggere il messaggio del Ministro della Difesa che ricorda come quest’oggi sia una ricorrenza diversa dalle altre in quanto ricorda i 100 anni dalla vittoria che vide una Nazione intera, dalle Alpi alla Sicilia, combattere per una causa comune che era quella di ricomporre i nostri confini come il messaggio risorgimentale aveva sognato”.
“Oggi 4 Novembre si rende omaggio s tutti coloro che dettero la vita per una guerra che fece del nostro Paese un’unità nazionale di cui purtroppo si parla troppo poco  – afferma il Sindaco di Pisa Michele Conti – e questa ricorrenza serve viceversa a ricordare quei valori che all’epoca erano ben presenti nel nostro intimo e deve anche evidenziare il lavoro delle Forze Armate che sono sempre in prima linea sia per garantire la nostra sicurezza, sia per le missioni umanitarie svolte all’estero, e pertanto il nostro pensiero deve andare a coloro che svolgono le loro attività all’estero e soprattutto a coloro, come i militari Ciardelli e Betti, nostri concittadini che, nell’adempimento del loro dovere in missioni di pace in Iraq ed in Bosnia hanno purtroppo perso la loro vita, testimonianza imperitura del massimo sacrificio umano”.
By