Pisa-Frosinone: le pagelle

PISA – Andiamo ad analizzare uno ad uno le prove dei giocatori nerazzurri nella gara con il Frosinone.

Sepe: Prova titubante del portiere partenopeo. Responsabile sul goal che porta al momentaneo vantaggio ciociaro a firma di Curiale, Incerto in un altro paio di occasioni. Un pò meglio successivamente, da segnalare quando riesce a chiudere lo specchio al centravanti ex Grosseto. Voto 5,5

Suagher: Tra alti e bassi riesce a disimpegnarsi nonostante la rapidità dell’avversario. Voto 6

Sabato: Prova incerta, a volte traballa, fa il suo, anche se in almeno due occasioni regala il contropiede agli avversari. Voto 6

Benedetti: Prova di Polmoni la sua, spesso arriva sul fondo creando superiorità numerica, sta tornando forse il pendolino di inizio stagione e questo non ci può che rallegrare visto le battaglie che ci restano da giocare. Voto 7

Nicola Mingazzini (Foto Massimo Ficini)

Fondi: L’impegno non manca ma è palese la difficoltà che trova ad interpretare un ruolo non suo, commettendo errori, anche se poi con il passare del tempo va migliorando. Voto 5,5

Mingazzini: Mette lo zampino nell’ 1-1 e ordine, pedina insostituibile, lotta come un leone. Voto 6,5

Favasuli: Non è strabiliante come ad inizio campionato, e questo la sappiamo già da un po’. Ha il grande merito però di lottare fino all’ultimo secondo, conquistarsi in qualche modo il rigore decisivo e trasformarlo con freddezza glaciale. E scusate se è poco. Voto 7

Pedrelli: Uno stantuffo inesauribile sulla corsia mancina. Si intende a meraviglia con Benedetti, aiuta in fase difensiva e pennella una serie di cross molto invitanti non sfruttati a dovere dai compagni. Voto 7

Gatto: schierato nell’inedita posizione di seconda punta, se la sbriga alla grande svariando su tutto il fronte offensivo e risultando spesso molto pericoloso . Voto 7

Scappini: è Tanto lavoro sporco per lui, sfiora la rete in due circostanze e soprattutto sigla la rete del momentaneo 1-1 che rimettere in carreggiata il Pisa, nonchè si procurerebbe un rigore solare che l’arbitro decide di non dare. Voto 6,5

Rozzio, Barberis e Perez S.V.

Pagliari: Buona la prima, schiera la squadra con un 442 classico, con pochi fronzoli non cerca il bel gioco ma la sostanza, torna sulla panchina che aveva lasciato proprio per far posto a Pane. Un uomo sanguigno e di carattere, e lo si vede da come si tarantola e si sbraccia in panchina, trasmette grinta a tutti ambiente compreso, ha il merito anche di azzeccare i cambi e di portare a casa una vittoria che fa respirare tutto l’ambiente. Questi sono allenatori da Pisa ! Voto 7,5

By