Pisa-Giamaica, allo studio una collaborazione tra le due scuole

PISA – Un ponte fra le scuole pisane e quelle giamaicane. E’ l’idea emersa durante l’incontro a Palazzo Gambacorti fra l’Assessore comunale alle Politiche Educative Maria Luisa Chiofalo e le console italiana in Giamaica, e attivista umanitaria, Maria Carla Gullotta.

All’incontro ha preso parte anche Alberto Gabrielli del Cineclub “Arsenale” e il produttore e regista Fernando Garcia Guereta, e che ha aperto la giornata dedicata alla prima visione italiana di “Song of Redemption”, il documentario ispirato all’attività umanitaria della Gullotta nelle carceri dell’isola caraibica e prodotto e diretto dallo stesso Guereta, che è stato proiettato questa sera (sabato 13 luglio) al Giardino Scotto in prima nazionale di fronte ad un folto pubblico.l

«”Songs of redemption” – ha dichiarato la console italiana in Giamaica – vuole essere uno strumento per sensibilizzare il mondo riguardo il tema dei diritti umani, ma anche e soprattutto per avvicinare i jamaicani a quello che succede a pochi passi dalle loro case»

«Sarebbe bello che questa non rimanesse un’occasione isolata ma costituisse il primo mattoncino di un ponte tra Pisa e la Jamaica – ha aggiunto l’Assessore Chiofalo -: il secondo, invece, potremmo metterlo intorno al 10 dicembre, in occasione della Giornata Mondiale per i Diritti Umani, con un incontro virtuale tra studenti giamaicani e pisani, magari preparato nei mesi precedenti anche ricorrendo allo scambio di alcuni video che raccontino la vita quotidiana dei bambini di Pisa e della Giamaica. L’educazione è uno degli assi portanti per la costruzione di un futuro migliore e credo che stabilire un legame tra allievi delle scuole superiori jamaicane e pisane sia un’ottima opportunità per entrambe le parti: conoscenza, rispetto reciproco e confronto paritario tra realtà differenti».

20130714-184950.jpg

By