Pisa ha il suo nuovo Terminal Bus alla Sesta Porta. Sarà intitolato a Carlo Alberto Dalla Chiesa. Le foto

PISA – E’ stato inaugurato questa mattina il nuovo Terminal Bus nei nuovissimi edifici della Sesta Porta in Via Cesare Battisti alla presenza del Sindaco Marco Filippeschi e delle più alte cariche comunali, del Ctt Nord e di Pisamo.

image

Non ha voluto mancare all’appuntamento l’On. Paolo Fontanelli, sempre vicino alle dinamiche della nostra città. Il Terminal sarà attivo a partire dall’11 Ottobre, con una nuova autostazione, una nuova biglietteria, un nuovo capolinea per le linee extraurbane ed un nuovo ufficio relazioni con il pubblico. Il servizio rimarrà invariato ad eccezione delle linee che provengono da Pontedera, Calci, Collesalvetti, Lorenzana e Crespina, per le quali rimarrà attiva la fermata in Via Benedetto Croce, mentre per le corse provenienti da Livorno, Filettole, Migliarino, Pontasserchio verrà mantenuta la fermata in Piazza S. Antonio e proseguiranno per Via Battisti dove sarà effettuata l’ultima fermata.

image

L’azienda si è impegnata fortemente per agevolare la clientela e sono stati istituiti facilitatori dotati di pettorine di riconoscimento che avranno il compito di guidare gli utenti all’interno dell’area e saranno attivi dalle ore 7.20 alle ore 19.45 per i primi giorni di apertura. La novità è stata comunicata a tutte le scuole del territorio e successivamente a completamento dell’opera sarà istituito un collegamento pedonale diretto con la stazione ferroviaria in maniera che l’area possa diventare un punto bus-treno-aereo ed unico punto strategico di accesso alla città.

LE PAROLE DEL SINDACO. “È un grande intervento di modernizzazione della città. Un altra svolta positiva. D’accordo con il Comando dei Carabinieri lo intitoleremo a Carlo Alberto Dalla Chiesa, eroe e martire della lotta alla mafia. Anche in momenti di crisi porteremo a compimento tutti i nostri progetti, un vero e proprio hub plurimodale per bus treno, people mover, biciclette e auto”. Il Sindaco spiega: “L’area lungo le mura medievali dove da tempo funzionava provvisoriamente il vecchio terminal e’ vincolata dalla Soprintendenza. Nel nostro progetto sarà un parco vere urbano che congiungerà con L’area recuperata del Sostegno attraversato il Ponte, con il grande parco della Cittadella. Le mura le recupereremo con l’aiuto della Fondazione Pisa. La città ha progetti importanti, purtroppo c’è chi ci ha messo i bastoni tra le ruote”.

image

Il Sindaco si riferisce all’Ingv, Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia “che ha messo in ginocchio la società del comune che ha sviluppato il progetto “Sesta Porta” con un tradimento di un contratto da parte dei suoi amministratori. Un fatto gravissimo – continua Filippeschi – perché si tratta di un’ Istituto di ricerca pubblica vigilato da Governo, dal Ministero dell’Università e della Ricerca. Siamo stati costretti a rivolgerci al tribunale, ente pubblico contro ente pubblico. Una vergogna. E con tutto ciò abbiamo già avuto due pronunciamenti dei giudici a nostro favore. Se non se ne dovesse uscire – conclude il primo cittadino –  almeno con una transazione, oltre alle azioni in sede di giustizia, promuoveremo proteste clamorose. Non ci stiamo a subire e a pagare un disinvolto e illegittimo voltafaccia”.

image

Queste l’elenco delle linee in partenza dalla Sesta Porta, ben segnalate da apposita cartellonistica:

Corsia 1:
linea 150 Musigliano – Pettori
linea 190 Riglione – Navacchio
​ Cascina – Fornacette – Pontedera
Corsia 2:
linea 10 S. Piero – Marina di Pisa
​ Tirrenia – Livorno
linea 50 Vicarello – Ponsacco – Collesalvetti
​ Crespina
linea 51 Lorenzana

Corsia 3:
linea 70 Pontasserchio – S. Giuliano Terme
linea 80 Migliarino – Vecchiano – Filettole
linea 110 Asciano – Agnano
Corsia 4:
linea 120 Calci – Montemagno
linea 140 Vicopisano
linea 141 Bientina – Buti
linea 160 Calci – Tre Colli

image

image

By