Pisa intitola a Giacomo Leopardi un tratto di lungarno

PISA – Da stamani a Pisa il tratto di lungofiume pisano, che va dall’Aurelia alla Cittadella, e’ intitolato a Giacomo Leopardi. Il periodo pisano, anche se breve, fu molto significativo per il poeta di Recanati. La permanenza nella nostra citta’ tra il 9 novembre 1827 e il 10 giugno 1828 corrispose ,forse, con il periodo migliore della sua vita. Qui scrisse due delle piu’ importanti composizioni: ”A Silvia” e ”Risorgimento”. Qui davanti ai lungarni affermo’ di non aver mai visto spettacolo piu’ bello.

”Per tutti questi motivi – ha detto il vicesindaco Paolo Ghezzi – per l’amore che univa Leopardi alla nostra citta’ e ai nostri lungarni abbiamo deciso di intitolargliene uno , quello che nei prossimi anni diventera’ la nuova porta d’ingresso alla citta’, grazie alla dismissione e alla riqualificazione della Caserma Bechi-Luserna e ai lavori di recupero della Cittadella inseriti nei progetti Piuss”.

La cerimonia di intitolazione del lungarno si e’ svolta questa mattina sul battello alla presenza tra gli altri del vice sindaco Paolo Ghezzi, dell’ex sindaco prof. Piero Floriani che durante il proprio mandato organizzo’ un importante convegno su Leopardi, della presidente del consiglio comunale Titina Maccioni, del Presidente degli Amici dei Musei Mauro del Corso che ha sostenuto con grande passione l’iniziativa, di Fabio Corvatta , presidente nazionale del Centro Studi Leopardiani. (adnkronos)

You may also like

By