Pisa investe sulla mobilità sostenibile

PISA1 milione e 450mila euro per potenziare il sistema di bikesharing con 13 nuove stazioni e nuove biciclette, sostenere 11 linee di pedibus utilizzate dai bambini che vanno a scuola a piedi accompagnati e in tutta sicurezza, realizzare quattro grandi parcheggi protetti (ciclostazioni) per le bici e due nuovi percorsi ciclopedonali, un’app per dare informazioni e incentivare così l’uso del carpooling e dei pedibus, sconti sugli abbonamenti bus e bikesharing per i lavoratori degli enti o aziende convenzionate.

«Pisa investe sulla mobilità sostenibile – commenta il sindaco Marco Filippeschi – l’obiettivo che portiamo avanti è quello di promuovere l’utilizzo della bici, del trasporto pubblico locale, del car pooling e degli altri sistemi, tradizionali e innovativi, che migliorano la qualità della vita dei cittadini e fanno bene all’ambiente. Una piattaforma di lavoro anche per il futuro, ragionando nell’ottica dell’area pisana è anche un pezzo del piano strategico. Questi provvedimenti che annunciamo oggi, secondo le stime fatte dai tecnici, permetteranno a Pisa di abbassare le emissioni di CO2 di 1.422.873 chili l’anno e di abbattere le polveri sottili di 259 chili l’anno. Diminuiranno anche Nox (3.713 chili l’anno) e CO (6.851 chili l’anno) e carburante usato (758.181 litri l’anno). »

«Oggi insieme alle istituzioni (Comune di San Giuliano e CNR) e alle società e alle associazioni selezionate pubblicamente in vista del bando che hanno apportato un loro contributo di idee e di sviluppo (Kiunsys, Tages, Toi, Uisp), presentiamo un progetto molto importante ed innovativo, incentrato sulla promozione della mobilità sostenibile, dal valore di circa 1,5 milioni di euro, finanziato da parte del Ministero dell’Ambiente per circa 900mila euro grazie ad un bando che ci siamo aggiudicati – così l’assessore alla mobilità del Comune di Pisa Giuseppe Forte – Posso dire senza mezzi termini che è il progetto di compimento di almeno una parte della legislatura, che ci si vedrà tutti impegnati sul fronte dell’ampliamento della mobilità ciclabile (più piste ciclabili, parcheggi progetti per le bici private, nuove stazioni di bike sharing), sul fronte della condivisione dei mezzi privati per recarsi al lavoro (attraverso la realizzazione di applicativi in grado di coniugare domanda ed offerta con un sistema di incentivi) ma anche, cosa più innovativa, rispetto al tema dei bonus mobilità, per premiare i cittadini che in maniera virtuosa decidono di utilizzare la bicicletta o il trasporto pubblico locale o condividere la propria auto con altri cittadini nei tragitti casa-scuola e casa-lavoro. Il progetto parte dagli impegni siglati con il Protocollo Mobilità Enti Pubblici e dagli esiti della grande partecipazione che abbiamo ottenuto con il questionario, la survey di #mobilitandopisa. L’attuazione del progetto continuerà ad avere in Mobilitando Pisa il suo motore così come le sue forme di comunicazione. A questi temi si aggiungono l’ampliamento dei servizio bike sharing anche sulle aree del Comune di San Giuliano, il completamento di tratti di pista ciclabile per rendere più sicuro l’uso della bici e il servizio piedibus, un modo alternativo per i bambini di andare a scuole. Tutte le linee progettuali hanno un elevato valore sia sociale che culturale».

«Per l’Amministrazione Comunale di San Giuliano Terme questa è un’occasione storica – continua l’assessore del Comune di San Giuliano Mauri Becuzzi – Siamo veramente orgogliosi di aver contribuito con la nostra partecipazione, insieme a quella del Comune di Pisa, al raggiungimento di questo importante obiettivo, che porta notevoli investimenti nel territorio, inerenti alla mobilità sostenibile. L’Amministrazione di San Giuliano Terme, sin dal suo insediamento, ha sempre creduto sulla necessità di sviluppare questa tematica. Non a caso in questi anni abbiamo nominato il mobility manager interno e lavorato sulla progettazione e i bandi per nuove piste ciclabili. Siamo convinti che questo sarà solo il primo passo di un lungo percorso da fare insieme agli altri Comuni dell’area pisana, per attirare i finanziamenti necessari e dare quelle risposte in termini strutturali che i cittadini dell’area vasta si aspettano».

«In questo progetto continueremo con la raccolta e analisi dei dati, che consentiranno non solo di rilevare dati importanti ma anche di suggerire interventi mirati nell’ambito della mobilità urbana cittadina. Un lavoro che, a partire da MobilitandoPisa, ha consentito di rilevare come una semplice condivisione di tragitti casa-lavoro e viceversa tra le persone disponibili al carpooling consentirebbe di ridurre il traffico cittadino del 40% si veda PisaPOOL, la mappa del traffico cittadino di Pisa: http://senseable.mit.edu/pisa/» afferma Francesca Martelli del CNR.

Alla conferenza stampa erano presenti inoltre Franca del Mastro (IIT-CNR), Paola Ponticelli (Kiunsys), Gabriele Montelisciani (Toi, things on internet), Tiziano di Sciullo (Pisamo), Verter Tursi (Uisp), Alessia Masini (Comune di Pisa), Dario Franchini (dirigente alla mobilità del Comune di Pisa)

Le risorse – Su 1 milione e 450mila euro, 870mila arrivano da risorse del Ministero dell’Ambiente che Pisa si è aggiudicata grazie ad un bando nazionale. I restanti 580mila euro sono risorse del Comune di Pisa (400mila euro), Cnr (100mila euro) e degli altri enti pubblici e partner privati coinvolti: Comune di San Giuliano Terme, Regione Toscana, Scuola Superiore Sant’Anna, Tages, Toi, Kiunsys, Uisp.

Le realizzazioni

13 nuove stazioni di bike sharing che, aggiunte alle attuali portano il sistema a 37 stazioni, arrivando a coinvolgere anche il Comune di San Giuliano Terme e i quartieri. Una continua crescita per “Ciclopi” che, attiva da soli 5 anni, ha portato Pisa tra le prime città italiane come qualità e quantità del servizio. Le nuove stazioni saranno installate: impianti sportivi del Cus a Porta a Lucca, ai Praticelli presso la sede della residenza degli studenti universitari, all’Isola Verde dove si trova il cinema, in via Carducci nel Comune di San Giuliano presso la zona commerciale, in via Pardi a San Giusto presso la zona commerciale, in via Garibaldi presso la sede distretto sanitario Asl 5, al ponte Fortezza/San Silvestro presso l’ufficio della Scuola Superiore Sant’Anna, tre saranno nell’area dell’Ospedale di Cisanello, poi al Cep presso la zona commerciale, ai Vecchi Macelli presso il museo del calcolo e nel quartiere di Sant’Antonio in via Qualcuonia presso la scuola primaria e media inferiore. Saranno acquistate anche nuove bici per potenziare il servizio. Investimento di oltre 400mila euro

4 parcheggi protetti per biciclette private posizionati in: Largo Concetto Marchesi a servizio delle scuole superiori Buonarroti e Santoni, della mensa universitaria e del quartiere, in via Battisti dietro alla Sesta Porta (lavori già iniziati), e 2 presso i parcheggi dell’Ospedale di Cisanello di Pisa. Investimento di oltre 50mila euro

Agevolazioni tariffarie per l’acquisto di abbonamenti annuali dei bus del trasporto pubblico locale nel tragitto casa-lavoro per i dipendenti del Comune di Pisa, dell’Università di Pisa, della Scuola Superiore Sant’Anna, della Scuola Normale, dell’Ospedale di Cisanello e potenzialmente di tutti gli enti pubblici cittadini, per gli studenti tramite l’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario. Un bacino potenziale di circa 60mila persone. Per i 1500 dipendenti del Consorzio Infanzia Pisa, i buoni sono per il bike sharing. E poi per i disabili buoni per i taxi tramite la Società della Salute. Investimento di oltre 250mila euro

Un’app dedicata per Pisa e gli abitanti dell’area pisana che fornirà informazioni utili a organizzare il car pooling, cioè la condivisione dell’auto, condividendo i percorsi degli utenti, la disponibilità di parcheggi scambiatori e dei servizi di bike sharing e trasporto pubblico. E un’altra app che fornisce indicazioni su meteo, tempi e traffico aiutando fin dal mattino gli utenti a orientarsi tra vantaggi e svantaggi delle varie opzioni per muoversi per andare a scuola o al lavoro, compreso il piedibus. Investimento di 250mila euro

Realizzazione di 2 percorsi protetti: il primo è relativo al completamento del percorso ciclopedonale via Benedetto Croce – via Matteotti ed è un progetto definitivo collegato al progetto di allargamento del Ponte della Vittoria, il secondo prevede il completamento di un percorso pedonale protetto da e verso la scuola primaria Biagi dell’IC Toniolo di Pisa situato in via Conte Fazio; quest’ultimo è un progetto esecutivo. Investimento di oltre 200mila euro

11 linee di pedibus nelle scuole primarie Filzi e Collodi dell’Istituto Tongiorgi di Pisa e Gereschi dell’IC Galilei di Pisa: percorsi protetti che permettono ai bambini di andare a scuola a piedi, sempre accompagnati da uno o più responsabili. Investimento di 15mila euro

Corsi di formazione sulla mobilità sostenibile, sulla sicurezza stradale e sulla guida ecologica e uscite didattiche e gite in treno, bicicletta o bus: coinvolti il Liceo Scientifico Buonarroti, l’Itis Leonardo da Vinci, il Liceo Pedagogico Carducci. Investimento di circa 20mila euro

By