Pisa – Juve Stabia 1-1. Nerazzurri riacciuffati nel recupero

PISA – Quando sembrava ormai fatta il Pisa viene raggiunto nel recupero da un sinistro di Di Gennaro dalla Juve Stabia che strappa all’Arena Garibaldi un punto pesante a 30″ dal gong dei cinque minuti di recupero. Masucci al minuto 83 aveva fatto esplodere l’Arena per quello che sembrava un gol decisivo. Dopo il fischio finale due espulsioni Troest per la Juve Stabia e Marconi per il Pisa

di Antonio Tognoli

.

PRE MATCH. Mister D’Angelo deve rinunciare a Vido influenzato oltre a Siega fermato dal giudice sportivo per un turno. Rispetto alla gara di Benevento torna Masucci. Davanti a Gori smaltita la febbre torna Benedetti a far coppia con De Vitis. Il nuovo acquisto Pisano si accomoda in panchina. A centrocampo D’Angelo sceglie Gucher, Marin e Pinato con Soddimo a ridosso di Masucci e Fabbro. La Juve Stabia risponde senza paura con un 4-3-3. Davanti all’ex nerazzurro Provedel ci sono Troest e Fazio. A centrocampo Caserta sceglie Calò, Addae e Mallamo. Davanti Forte altro ex Pisa e Boateng preferito a Melara e Bifulco a fare da trequartista. Sono oltre un centinaio i tifosi provenienti da Castellammare e sistemati in Curva Sud.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, JUve Stabia in completo bianco. Prima del fischio di avvio un minuto di silenzio in ricordo di Leonardo Sbrana. Gran tifo sugli spalti e grande coreografia della Nord con lo sventolio di bandiere nerazzurre. La Juve Stabia rischia in un paio di circostanze su due traversoni da destra su cui le punte nerazzurre sono in ritardo sul secondo palo. La Juve Stabia esce dal guscio al minuto sei quando conquista un calcio d’angolo però senza esito. Occasioni nitide però non se ne vedon0. Al minuto 11 Bifulco ruba un bel pallone a Marin che però in scivolata torna su di lui e lo anticipa. Il Pisa va vicinissimo al vantaggio al minuto 14 con Gucher che dai 22 metri lascia partire un destro che termina la sua corsa sulla parte bassa della traversa e torna in campo. Pisa non fortunato in questa circostanza. Sul taccuino dei cattivi finiscono Gucher prima e Addae poi per due interventi fallosi simili sulla stessa fascia. Il Pisa torna a farsi pericoloso nel primo corner della partita al minuto 28 ma la “spizzata” di testa di Birindelli non trova pronto nessun compagno sul secondo palo. Sul proseguo dell’azione Pinato impegna a terra Provedel con un sinistro rasoterra. La pressione nerazzurra si fa costante intorno alla mezzora quando Soddimo scodella un bel traversone respinto dalla difesa stabiese sui piedi di Pinato, ma il suo sinistro viene deviato sopra la traversa da Troest. Juve Stabia fortunata in questa circostanza. Poco dopo Masucci sfrutta un rimpallo su un traversone da sinistrra di Lisi, ma il suo diagonale viene respinto. Le “Vespe” rispondono con un colpo di testa di Fazio su angolo ben calciato da Calò. Ma è il Pisa ad essere ancora pericoloso sull’asse Gucher – Soddimo anticipato in angolo dal tocco di Vitiello che gli nega il gol. E’ l’ultima grande occasione del primo tempo che si chiude sullo 0-0 dopo due minuti di recupero.

IL SECONDO TEMPO. Il Pisa parte forte ma il primo ammonito della ripresa è Birindelli. La prima occasione è per Fabbro che di testa mette alto un traversone sa destra di Soddimo. I nerazzurri premono sull’acceleratore. Marin e Pinato recuperano un enormità di palloni, Lisi e Soddimo sono sempre nel vivo del gioco, Masucci mette a lato di poco al minuto dodici. Al quarto d’ora l’ingresso di Marconi è accompagnato da una vera ovazione. Fuori Fabbro. Dopo alcuni mesi si riforma la coppia gol Masucci – Marconi. I nerazzurri sono stabilmente nella metà campo campana e stringono d’assedio la porta di Provedel che al minuto 63 rischia per il colpo di testa di Gucher che termina sul fondo. La Nord incita la squadra “biosgna vincere”. Intanto mister Caserta spezza il ritmo della gara inserendo forze fresche, Rossi e Izco al posto di Bifulco e Addae. Ma a provarci è ancora il Pisa con un destro al volo di Gucher che termina sul fondo. Mister D’angelo inserisce Minesso al minuto 72 in luogo di Danilo Soddimo l’Arena lo omaggia con molti applausi. Alla mezz’ora anche Marin finisce sulla lista dei cattivi per una fallo sulla tre quarti. Calcia Calò, colpo di testa di Mallamo, grande parata di Gori, ma al momento della battuta il giocatore stabiese era in offside. Resta però la prodezza di Gori che aveva evitato il gol da pochi passi con uno straordinario intervento. Intanto altro doppio cambio: nel Pisa Pisano rileva Birindelli e nella Juve Stabia Di Gennaro subentra a Boateng. La Juve Stabia si fa pericolosa proprio con Di Gennaro ma Gori devia in angolo. Ma è il Pisa a passare al minuto 83 con Masucci lesto a mettere alle spalle di Provedel con il sinistro dopo una bella spiazzata di Marconi: 1-0. Esplode l’Arena Garibaldi al ritorno al gol del numero 26 nerazzurro. La Juve Stabia prova a rispondere subito con Rossi ma il. suo sinistro è respinto da Benedetti. Gucher nel frattempo si beve due giocatori stabiesi mette in mezzo e Provedel è costretto a smanacciare anticipando l’intervento aereo di Masucci. Sono cinque i minuti di recupero. La Juve Stabia trova il pareggio al 94′ con un sinistro dal limite di Di Gennaro che trova l’angolo alto dopo un uscita errata di Gori: 1-1 e Arena gelata a trenta secondi dalla fine. Finale nervoso. Dopo il triplice fischio finale espulsi per la Juve Stabia Troest e per il Pisa Michele Marconi.

PISA – JUVE STABIA 1-1



PISA (4-3-1-2): Gori; Birindelli (79′ Pisano), Benedetti, De Vitis, Lisi; Gucher, Marin, Pinato; Soddimo (72′ Minesso); Masucci, Fabbro (60′ Marconi) . A disp. D’Egidio, Perilli, Belli, Verna, Moscardelli, Fischer. All. Luca D’Angelo

JUVEV STABIA (4-3-1-2): Provedel; Vitiello, Troest, Fazio, Ricci; Calò, Addae (65′ Izco), Mallamo; Bifulco (65′ Rossi); Boateng (78′ Di Gennaro), Forte. A disp. Esposito, Spagnulo, Allievi, Melara, Germoni, Mazavilla, Calvano. All. Fabio Caserta.

ARBITRO: Valerio Marini della sezione di Roma 1 (Ass. Marchi – Miele). Quarto uomo: Saimir Kumara di Verona

RETI: 83′ Masucci, 94′ Di Gennaro

NOTE: giornata piovosa, terreno ij buone condizioni. Ammoniti Gucher, Addae, Birindelli, Marin. Espulsi dopo il 90′ Troest e Marconi. Angoli 8-4. Spettatori 7.328 per un incasso di 77.156 euro. Rec pt 2′, st 5′.

By