Pisa – Juventus U23 2-1. Marconi e un autogol ribaltano anche la Juventus. Quarto successo di fila

PISA – Un autogol di Alcibiade e un gol da attaccante vero di Marconi ribaltano l’iniziale vantaggio della Juventus U23 di Del Prete. All’Arena finisce 2-1 per il Pisa sui bianconeri. I nerazzurri conservano il terzo posto e inanellano la quarta vittoria consecutiva. Una vittoria di sofferenza, ma altri tre punti pesanti in chiave piazzamento play-off.

di Antonio Tognoli

PRE GARA. Mister D’Angelo deve fare a meno ancora una volta di Liotti e De Vitis ai box per infortunio, oltre allo squalificato Masucci. Il tecnico ex Casertana schiera un 4-3-1-2. Davanti a Gori ci sono Meroni e Benedetti. Sugli esterni spazio a Lisi. Marconi e Pesenti partono titolari, Moscagol stavolta inizia dalla panchina. Verna, Gucher e Di Quinzio sono schierati a centrocampo. Minesso a ridosso delle due punte. La Juventus U23 risponde con un 3–4-1-2. Davanti a Nocchi ci sono Coccolo, Del Prete  e Alcibiade. Muratore e Masciangelo sono gli esterni, mentre Toure e Kastanos sono gli esterni di centrocampo. In attacco c’è Pereira a supportare Mokulu e Olivieri. Prima dell’inizio del match minuto di raccoglimento per il decimo anniversario del terremoto a L’Aquila.

IL PRIMO TEMPO. Intanto il cuore della Curva Nord Maurizio Alberti rimane vuota per protesta. Accompagna la squadra dall’hotel del ritiro allo stadio ma non fa il suo ingresso lasciando spazio ad una frase e due striscioni: Mai complici  di questa farsa, No al Calcio Moderno“. Si inizia in un clima quasi surreale. Pisa subito pericoloso al 5′ con un colpo di testa di Marconi deviato in angolo da un difensore bianconero (la juve gioca con la maglia grigia). La juve risponde con un traversone dalla tre quarti che Birindelli accompagna in corner. I ragazzi di Zironelli rispondono alla prima occasione del Pisa con un destro al volo di Olivieri, bloccato a terra da Gori. Primo ammonito della gara è Birindelli, ma il direttore di gara lascia molto giocare suscitando qualche fischio dagli spalti. La gara è troppo nervosa e spezzettata dai molti falli. Nei primi 25′ di gara i due portieri sono quasi inoperosi. Al 29′ alla prima vera occasione la Juventus U23 passa in vantaggio: cross da sinistra di Masciangelo che attraversa tutta l’area e arriva sul secondo palo a Del Prete che calcia al volo con la palla che supera Gori: 1-0. Gran gol. Il Pisa prova a reagire con un paio di azioni personali di Pesenti e un traversone tagliato di Di Quinzio per Marconi che poteva avere maggior fortuna. Masciangelo sulla sinistra è un autentica spina nel fianco della difesa nerazzurra. Dai suoi piedi al 37′ un cross che svirgolato da Meroni in corner che sfiora seriamente l’autogol. Dal pericolo scampato al pareggio. Angolo dalla sinistra calciato da Lisi, palla che perviene a Di Quinzio, destro al volo che incoccia la gamba di Alcibiade, cambia traiettoria e spiazza Nocchi con la palla che termina alle sue spalle: 1-1. Sono due i minuti di recupero assegnati dal direttore di gara. All’ultimo respiro della prima frazione il Pisa ha l’occasione anche di passare ma la deviazione ravvicinata di Benedetti è respinta con i piedi da Nocchi. Il primo tempo si chiude sull’1-1.

IL SECONDO TEMPO. Il secondo tempo prende il via senza cambi né da una parte né dall’altra. Il ritmo è il medesimo della prima frazione.  La prima occasione è del Pisa con l’austriaco Gucher che prova il destro dal limite che non termina di molto lontano dal palo alla sinistra di Nocchi. Juventus U23 pericolosa con Mokulu lanciato a rete ma tenuto a distanza di sicurezza da Meroni con Gori che può abbrancare il pallone in uscita. Brividi al 6′ quando Toure mette una palla rasoterra in mezzo “sventata” in angolo da una scivolata di Benedetti. Primo cambio nel Pisa: dentro Brignani, fuori Minesso. Al minuto 11 ci prova Verna dalla distanza, Nocchi devia in angolo. Sul corner calciato da Guher, la “spizzata” di Pesenti a favorire la deviazione sotto misura di Marconi: 2-1. L’Arena può di nuovo esultare. Risultato ribaltato dopo 13′ della ripresa. Per i nerazzurri ci provano Gucher e Verna entrambi con il destro con entrambe le conclusioni che terminano alte sopra la traversa. Nel frattempo mister D’Angelo opera due cambi: dentro Marin per Verna che esce in barella  tra gli applausi e Buschiazzo che rileva Meroni. Nella parte finale del secondo tempo il Pisa soffre un po’ il ritorno della Juventus. Squadra troppo bassa che subisce la mobilità dei bianconeri di mister Zironelli. Kastanos dal fondo crossa da destra per la testa del nuovo entrato Zanimacchia, palla che passa ad un paio di metri dal palo di destra della porta di Gori. Il pubblico si accorge del momento di difficoltà della squadra e la incita. Kastanos si fa quaranta metri di campo, ma il suo cross è bloccato in presa da Gori. Applausi di liberazione del pubblico. Ma è una sofferenza. Marin viene ammonito era in diffida e salterà la sfida di Arzachena di sabato prossimo. Sei minuti di recupera tanta sofferenze ma alla fine la squadra va a festeggiare sotto la Curva i tre punti.

PISA – JUVENTUS U23 2-1

PISA (4-3-1-2): Gori; Birindelli, Meroni (70′ Buschiazzo), Benedetti, Lisi; Verna (70′ Marin), Gucher, Di Quinzio; Minesso (53′ Brignani); Pesenti (64′ Izzillo), Marconi. A disp. D’Egidio, Kucich, Masi, Moscardelli, Gamarra, Lidin. All. Luca D’Angelo

JUVENTUS U23 (3-4-1-2): Nocchi; Coccolo, Del Prete, Alcibiade; Muratore (78′ Zanimacchia), Toure, Kastanos (87′ Pozzebon), Masciangelo; Pereira (60′ Portanova); Mokulu (78′ Bunino), Olivieri (60′ Mavididi). A disp. Busti, Loria, Andersson, Morelli, Beruatto, Boloca, Di Francesco. All. Mauro Zironelli

ARBITRO: Bitonti di Bologna (Ass. Cataldo-Ceccon)

RETI: 29′ Del Prete (J), 41′ aut. Alcibiade (P); 58′ Marconi (P)

NOTE: giornata nuvolosa e leggermente ventilata, terreno in buone condizioni. Ammonito Birindelli, Pereira, Olivieri, Marin. Angoli 5-5. Spettatori 5.925 per un incasso di 49.512 euro. Rec pt 2′, st 6′.

By