Pisa, la “rivoluzione Cozza” anche nei numeri sulle maglie dei giocatori

PISA – L’era di Francesco Cozza e’ iniziata con un successo sul Barletta con il più classico dei risultati 2-0 e alcune piccole rivoluzioni tra cui anche i numeri sulle maglie dei giocatori nerazzurri, oltre che al modulo in campo.

Se Provedel, Goldaniga e Arma hanno mantenuto rispettivamente il numero 1, 5 e 9 diversi sono stati i cambiamenti. Quelli che più hanno dato nell’occhio riguardano Bruno Martella schierato sempre da mister Pagliari con il numero 11 e passato al numero 3 spesso indossato nella precedente gestione da Rocco Sabato a cui è toccato questa volta il 6.

Nella prima parte di stagione avevamo già visto Giuseppe Giovinco con il 10 e Nicola Mingazzini con il 4, ma mai Aiman Napoli con il numero 11. L’ex Prato aveva costantemente vestito la maglia numero 7, che contro il Barletta e’ andata sulle spalle di Eros Pellegrini che aveva sempre indossato il 2 “girato” a Paolo Rozzio, che con Pagliari vestiva con il 4 o con il 6. Con il ritorno di Giovinco titolare capitan Ciccio Favasuli si è dovuto accontentare del numero 8.

Questo per quanto riguarda i giocatori in campo. Anche in panchina però si sono visto numeri diversi con il 12 del solo Pugliesi rimasto invariato. Bollino e’ passato dal 17 al 16, mentre Simoncini dal 13 al 17, mentre Forte dal 18 al 15, con le novità in panchina di Kosnic 4 con Pagliari e 13 con Cozza e Sampietro schierato con l’8 nella vecchia gestione, (quindi titolare) e con il Barletta relegato in panchina con la maglia numero 14.

SOTTO CICCIO COZZA (Foto Fabio Lelli)

20140107-005130.jpg

By