Pisa – Livorno 1-0. Un eurogol di Lisi decide il super derby a porte chiuse

PISA – Con un eurogol di Francesco Lisi il Pisa si aggiudica il super derby a porte chiuse sul Livorno e si porta a quota 36 punti in classifica. Una vittoria voluta e meritata dai ragazzi di mister Luca D’Angelo che hanno saputo soffrire nel finale il ritorno del Livorno e portare a casa una vittoria fondamentale per i tifosi, ma soprattutto per la classifica.

di Antonio Tognoli

Lo striscione dei tifosi nerazzurri davanti alla tribuna

PRE MATCH. Mister Luca D’Angelo deve rinunciare a Marin, Belli e Siega, oltre al suo secondo Riccardo Taddei tutti squalificati. Il tecnico nerazzurro sceglie Pisano a destra conferma il duo difensivo Caracciolo – Benedetti. A sinistra torna Birindelli. A centrocampo spazio De Vitis e Gucher con Lisi mezzala a sinistra. In attacco Marconi e Masucci sostenuti da Soddimo. Il Livorno risponde con un 3-4-3. Plizzari fra i pali. Davanti all’estremo difensore amaranto ci sono Di Gennaro, Silvestre e Bogdan. Del Prato e Porcino sono gli esterni con Luci e Agazzi schierati in mediana. Tridente formato da Marras, Ferrari (match winner a Verona) e Marsura. Stadio desolatamente vuoto con le squadre che effettuano il riscaldamento con lo stadio in un surreale silenzio.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, Livorno completamente in bianco con bordi amaranto. Il Pisa parte come al solito forte. Marconi costringe subito Plizzari a bloccare a terra il destro del numero 31 di mister D’Angelo. Ma il Pisa insiste. Gucher pesca Masucci in azione di ripartenza che difende la sfera e serve proprio il compagno che aveva seguito l’azione, ma il suo destro termina di un soffio a lato. La risposta del Livorno è in un cross di Marras dalla sinistra sventato dalla difesa nerazzurra. La formazione nerazzurra ci prova ancora dalla distanza, prima con Soddimo (destro ribattuto) e poi ancora con Gucher il cui destro però termina sul fondo. Niente di fatto ancora una volta. Dall’esterno intanto alcuni tifosi incitano la squadra. Si sentono i cori. In campo il Pisa mantiene il predominio del gioco. Il Livorno sceso in campo con un modulo offensivo è piuttosto guardingo. Soddimo fra le linee cerca di innescare le due punte, ma la difesa amaranto fa buona guardia. Il Pisa spinge. Al minuto 22 cross di Lisi da sinistra sul secondo palo con Pisano che va giù in area forse spinto leggermente da Luci. L’arbitro fischia però un fallo di mano contro il Pisa. I nerazzurtri perdono però (25′) per infortunio Danilo Soddimo: entra al suo posto Pinato. La prima occasione del Livorno è datata minuto 29: cross da sinistra di Porcino per la testa di Ferrari che mette a lato. Poco dopo ancora Ferrari costringe Caracciolo al fallo e l’arbitro estrae il primo giallo del match. Al minuto 33 i nerazzurri perdono anche Masucci che abbandona il campo in barella. Al suo posto dentro Luca Vido. Intanto Marras dopo una palla persa proprio da Vido, chiama Gori alla deviazione in angolo, ma il segnalinee comanda il fuorigioco. Azione nulla. Gli amaranto sono in un buon momento. Il Pisa ha perso due uomini importanti. Agazzi dai sedici metri ha una buona occasione, ma calcia alto sopra la traversa. Al minuto 41 Vido mette una bella palla in mezzo ma nessuno seguo l’azione e Plizzari blocca. Poco dopo Marras cade al limite dell’area nerazzurra: l’arbitro lo ammonisce per simulazione. Al 45′ ci prova ancora Vido dopo una prolungata azione personale terminata con un destro debole rasoterra che termina sul fondo. La risposta del Livorno nel primo dei tre minuti di recupero è nel sinistro dal limite di Marsura bloccato da Gori. E’ l’ultima azione del primo tempo che si chiude a reti bianche. Pisa in affanno nella seconda parte della prima frazione dopo aver perso due dei suoi uomini di maggior esperienza.

IL SECONDO TEMPO. Squadre in campo nella ripresa senza ulteriori cambiamenti, La prima occasione capita sui piedi di Marsura che entra in area da sinistra, ma calcia alto. La risposta del Pisa è affidato al sinistro di Pinato dal limite deviato da Porcino fra le braccia di Plizzari. Ma la palla più clamorosa capita sui piedi di Vido (6′) che riceve dalla testa di Marconi, ma solo a due passi dalla porta non riesce ad appoggiare in gol. Incredibile. Occasione colossale non sfruttata. Il derby è equilibrato, ma si accende ancora al minuto 59 quando Vido serve Marconi che dai 35 metri prova a sorprendere Plizzari, palla alta, ma di poco sopra la traversa. La rete del vantaggio arriva al minuto 63′ Vido serve Marconi il quale di prima mette in movimento Lisi che si accentra si porta la palla sul destro e fa partire un tiro a giro che si insacca alla sinistra di Plizzari: 1-0. Pisa in vantaggio. Tutta la panchina festeggia Lisi. Un gran gol, il terzo stagionale per il numero 23 di Luca D’Angelo. Il Livorno ferito cerca di reagire. La risposta della formazione amaranto è affidata al sinistro di Marras, con la sfera che termina sul fondo con Gori sulla traiettoria. La squadra di mister Breda ha una reazione rabbiosa. Ferrari devia sul fondo una conclusione dio sinistro di Porcino dal limite dell’area. Il Livorno vuole il pareggio. Ferrari ancora una volta di testa mette alto sopra la traversa, poi Porcino dal limite chiama ancora una volta Gori all’intervento. Capita ancora una volta a Vido la palla del raddoppio ma il 19 nerazzurro mette ancora alto. Il Livorno al minuto 78′ chiede il rigore per l’intervento di Pisano su Marsura. Azione dubbia, poteva starci il penalty. Poco dopo mister Breda inserisce Seck in luogo di Porcino. Il Pisa è troppo schiacciato all’indietro. al minuto 81 ci prova Luci con il sinistro dal limite, blocca Gori a terra. Intanto i due mister si giocano gli ultimi due cambi. Nel Pisa dentro Ingrosso che non giocava dalla gara di Benevento e fuori un esausto Birindelli. Nel Livorno dentro i centimetri di Simovic fuori Di Gennaro. Gli amaranto ci provano ancora (89′): cross da destra di Marras ancora per la testa di Ferrari che manda alto. Sono quattro i minuti di recupero. Simovic si becca il giallo.

L’Arena Garibaldi a porte chiuse

PISA – LIVORNO 1-0

PISA (4-3-1-2): Gori; Birindelli (85′ Ingrosso), Benedetti, Caracciolo, Pisano; Gucher, De Vitis, Lisi; Soddimo (25′ Pinato); Masucci (33′ Vido), Marconi. A disp. Perilli, Dekic, Pompetti, Moscardelli, Minesso, Meroni, Fabbro, Edu Mengue. All. Luca D’Angelo.

LIVORNO (3-4-3): Plizzari; Di Gennaro (84′ Simovic), Silvestre, Bogdan; Del Prato, Luci, Agazzi (77′ Awua), Porcino (80′ Seck); Marras, Ferrari, Marsura. A disp. Ricci, Zima, Braken, Murilo, Rizzo, Morelli, Rocca, Boben, Viviani. All. Roberto Breda

ARBITRO: Livio Marinelli della sezione di Tivoli (Ass. Capaldo – Affatato). Quarto uomo: Maggioni della sezione di Lecco

RETI: 63′ Lisi

NOTE: giornata fresca, terreno in perfette condizioni. Ammoniti Caracciolo, Marras, Bogdan, Simovic. Angoli 0-1. Rec pt 3′, st 4′-

By