Pisa Nel Cuore visita le navi antiche

PISA – L’associazione è lista civica Pisa Nel Cuore ha organizzato la visita guidata alle navi antiche presso gli Arsenali medicei, a chiusura del primo anno di incontri del ciclo “ScopriAMO Pisa”.

Come sempre l’obiettivo era quello di stimolare i cittadini alla divulgazione della nostra cultura e alla sua consapevolezza. Ieri i nostri tesori sono stati illustrati dagli archeologi Alessandro Filippi e Annalisa Faggi. La serata si è conclusa nella cornice del Caffè dell’Ussero, storico caffè universitario all’interno dello splendido Palazzo Agostini, per un apericena nel quale i presenti hanno discusso insieme delle idee per rilanciare la città.

RISCOPRIAMO PISA – Con l’evento di ieri si chiude primo anno di eventi “RiscopriAMO Pisa”, che ha visto oltre 500 adesioni con una grande partecipazione. Dal museo di San Matteo alla chiesa del Carmine, passando per la Torre della Fame e il palazzo della Carovana (sede della Scuola Normale Superiore), culminando con Piazza dei Miracoli e il suo campo santo, la cattedrale e il battistero, fino a chiudere con la visita alle navi antiche di ieri. Il percorso culturale, con cadenza più o meno bimestrale, è stato molto apprezzato dai pisani. Soddisfatto il candidato Sindaco Raffaele Latrofa per la buona riuscita del progetto: “È stato un anno magico per i luoghi meravigliosi e per la bravura dei professionisti di cui ci siamo avvalsi per illustrarli. Mi ha colpito molto l’attenzione e l’interesse dei partecipanti. Molti di loro sono rimasti a bocca aperta; questa è la potenza della cultura e lo scopo di questo nostro ciclo di iniziative. Volevamo far conoscere la nostra città a chi la abita e creare un senso di appartenenza e consapevolezza che in futuro dovrà essere la base per coltivare la capacità di accogliere i turisti in maniera completamente diversa da quanto avviene attualmente”.

PISA CARD – Leitmotiv degli incontri è stata la Pisa Card, l’ambizioso progetto del programma elettorale di Pisa Nel Cuore per combattere il turismo mordi e fuggi. L’idea, presentata nelle scorse settimane, è quella di creare una carta digitale a tempo, nella quale sono compresi servizi pubblici e sconti sulle varie attrazioni, con sconti differenziati a seconda dell’utenza. Ognuno troverà circuiti proposti girando comunque come preferisce la città. L’obiettivo è quello di valorizzare non solo i luoghi conosciuti di Pisa, ma anche i posti meno visitati ed egualmente importanti. Infine studiare un accesso diverso alla città per i turisti per creare l’occasione di far funzionare quell’opera inutile che è il People Mover, utilizzando quei parcheggi che adesso sono vuoti.

By