Pisa nell’over time torna ud un passo dai play-off. Battuto il Frosinone 2-1

PISA –  Il Pagliari-bis inizia con un successo. Una vittoria sudata, voluta e cercata fino al 90, anzi fino al 94′, quando Favasuli è prima andato a conquistarsi il rigore suscitando le ire frusinate e poi a trasformarlo. Con questo successo il Pisa può tornare a sognare con i suoi tifosi e sperare nei playoff

Il Pagliari-bis inizia con qualche novità rispetto. Intanto il Pisa scende in campo con il 4-4-2. Davanti a Sepe difesa con Suagher e Benedetti esterni difensivi con Sabato e Carini centrali. A centrocampo Fondi fa il vice Buscè e Pedrelli occupa l’out sinistro con Favasuli e Mingazzini centrali di centrocampo. Davanti coppia d’attacco tutta nuova: Scappini-Gatto, con Perez che parte inizialmente dalla panchina. Il Frosinone che deve rinunciare a Del Duca e agli squalificati Zappino e Santoruvo, si presenta all’Arena con Ganci e Lapadula inizialmente in panchina con Cesaretti sistemato dietro il brasiliano Aurelio e Curiale. Prima del match minuto di raccoglimento per il velocista Pietro Mennea scomparso durante la settimana per un male incurabile.

Il primo tempo. La gara parte a ritmi alti. Il Frosinone trova subito il gol. Al 6′ cross di Biasi da sinistra testa di Curiale tutto solo in area, Sepe ribatte sui piedi però dell’attaccante di Stellone che ribadisce di sinistro in gol nonostante il tentativo disperato di Sabato. Il Pisa però è vivo e risponde subito, conquistando dapprima un corner senza esito. Nell’azione successiva Vaccarecci anticipa con i piedi Gatto lanciato a rete. Ma il pareggio è nell’aria e arriva al 10′. Tiro al volo di Mingazzini, Scappini in mezzo all’area trova la zampata vincente: 1-1. Parità ristabilita e Pisa che prende coraggio. Al 13′ episodio che fa gridare al rigore la tifoseria nerazzurra. Cross da sinistra di Benedetti con Ficagna che aggancia il piede di appoggio di Scappini che rimane anche per qualche minuto a terra. Le due difese si dimostrano un pò ballerine. Al 21′ Cesaretti impegna Seper che blocca in due tempi. Al 23′ il Pisa risponde con un azione che fa gridare al gol l’Arena: cross da sinistra di Favasuli da due passi testa di Carini che da due passi mette alto. Il Frosinone però è in partita e va vicino al gol con un colpo di testa di Blanchard scaturito da azione d’angolo. Un minuto più tardi sono ancora i ciociari che in contropiede fanno paura al Pisa sull’asse Cesaretti-Curiale. Ci vuole un super-Sepe a chiudere la saracinesca a Curiale che fallisce a tu per tu con il portiere nerazzurro. Nell’ultima parte della prima frazione il Pisa prova ad impensierire il Frosinone soprattutto con i cross dalla sinistra di Benedetti e Pedrelli, ma la difesa ciociara se la cava. Si va al riposo sul risultato di 1-1.

Il secondo tempo. Anche la ripresa parte ad alti ritmi. Al 4′ cross di Pedrelli che taglia tutta l’area senza che nessuno possa intervenire nella deviazione vincente. All’8′ Gatto lascia partire un destro che sfugge a Vaccarecci e termina in angolo. All’11 pericolo per la porta nerazzurra. Angolo di Cesaretti da destra che trova Aurelio tutto solo in area che libera il destro che termina di poco alto sopra la traversa. E’ un Pisa volitivo che conquista un angolo con Fondi, ma che non trova la zampata vincente. Al 15′ per un fallo su Mingazzini viene ammonito Biasi per il Frosinone. Al 19′ sinistro di Benedetti dal limite con palla che termina a lato. Al 21′ risponde il Frosinone sempre dalla distanza con un destro di Gucher che fa venire i brividi ai tifosi nerazzurri: palla alta di poco sopra la traversa. Il Pisa però ha voglia di vincere: al 23′ Pedrelli mette sulla testa di Scappini il 2-1 ma l’attaccante nerazzurro mette sul fondo e al 26′ palla d’oro al centro dell’area del Frosinone per Gatto servito da Scappini, ma Vaccarecci salva in due tempi anche per un pò di fortuna. Al 33′ altra occasione per i nerazzurri. Punizione da sinistra per Pedrelli che mette in mezzo per Scappini che anticipa tutti ma in spaccato mette sul fondo. Al 39′ mister Pagliari gioca la carta Perez che entra in campo in simultanea con Barberis a rilevare Scappini e Gatto. Al 49′ (quarto ed ultimo minuto di recupero) si decide il match. Cross di Favasuli, tocco di mano in area frusinate. E’ rigore che l’arbitro in un primo momento non assegna, poi da ascolto al guardalinee e concede la massima punizione. Favasuli con la solita freddezza spiazza Vaccarecci e va ad esultare sotto la Curva Nord: è il 2-1 che ridà i tre punti al Pisa, morale al gruppo in vista della sosta.  

You may also like

By