Pisa – Olbia 2-0. Negro-Eusepi il Pisa torna a vincere

 

PISA – Con le reti di Negro ed Eusepi nel primo tempo il Pisa torna al successo davanti al proprio pubblico battendo l’Olbia per 2-0. Partenza sprint per la formazione di Pazienza poi il ritorno dei sardi ben contenuto dal Pisa che può far trascorrere un Natale sereno ai propri tifosi e di festeggiare nel migliore dei modi il primo anno della gestione Corrado.

di Antonio Tognoli

Foto Roberto Cappello

PRE-GARA. Mister Pazienza recupera Giannone e Sabotic ma deve rinunciare allo squalificato Masucci. Ne consegue che il tecnico nerazzurro schiera un iniziale 4-3-3. Davanti a Petkovic ci sono Ingrosso e Carillo con Lisuzzo che parte inizialmente dalla panchina. Birindelli e Filippini sono i terzini di fascia. In assenza dell’infortunato Maltese nel centrocampo a tre c’è spazio per Izzillo accanto a Gucher e Di Quinzio. Mannini torna nel tridente offensivo accanto a Eusepi e Negro.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, Olbia in completo bianco. Pronti-via ed il Pisa dopo 49″ passa in vantaggio. Rimessa laterale di Mannini palla a Birindelli che crossa in mezzo per Negro che aggancia mette giù la palla e la deposita con il destro alle spalle di Aresti. Pisa già in vantaggio dopo neanche un minuto con uno dei gol più veloci della storia nerazzurra. Sono ben messi in campo i nerazzurri che non rischiano mai se non su un destro dal limite di Biancu respinto dalle manone di Petkovic in tuffo. il Pisa anzi trova il raddoppio al 25′: Mannini va via sulla destra mette in mezzo un pallone al bacio per Eusepi che trova ancora l’angolino di giustezza: 2-0. Esulta l’Arena. L’Olbia prova a rispondere ai nerazzurri. Al 27′ Ragatzu impegna Petkovic con una punizione dal limite forte ma centrale. I nerazzurri però danno l’impressione di non soffrire al cospetto di un Olbia poco convinta che comunque si fa vedere al 39′ con Ogunseye che cerca di pescare Ragatzu a centro area ma è bravissimo Ingrosso a chiudere al centro dell’area. Nel finale ancora Olbia pericolosa con Ogunseye che sugli sviluppi di un cornero devia verso la porta la palla viene respinta poi ancora Feola si fa respingere il tiro alla fine ci prova Leverbe ma il suo destro termina alto. Il Pisa si salva, il primo tempo si chiude sull’1-0 dopo un minuto di recupero.

IL SECONDO TEMPO. Nessun cambio ad inizio ripresa nello scacchiere tattico da parte dei due mister. L’Olbia tiene il pallino del gioco in mano il Pisa risponde con un paio di azioni di rimessa. I nerazzurri rischiano prima del quarto d’ora. Pennington runa palla ad Izzillo a centrocampo e lascia partire un destro dai venti metri con palla di poco alta sopra la traversa. Nel Pisa entrano Cuppone per Negro e De Vitis per Izzillo. Mereu richiama in panca Biancu e inserisce Piredda. Intorno al 25′ entra anche Lisuzzo per Mannini. Il Sindaco si prende applausi e cori dell’Arena. In campo sono poche le emozioni. Si fa apprezzare l’Olbia per la buona volontà e per il gioco. Bella la sforbiciata di Ogunseye al 40′ con Petkovic che blocca la prodezza balistica dell’italo-nigeriano. Nel finale di partita c’è spazio anche per gli ingressi di Zammarini e il giovane Langella.

PISA – OLBIA 2-0

PISA (4-3-3): Petkovic; Birindelli (86′ Zammarini) Ingrosso, Carillo, Filippini; Izzillo (62′ De Vitis), Gucher, Di Quinzio (86′ Langella); Mannini (72′ Lisuzzo), Eusepi, Negro (61′ Cuppone). A disp. Reinholds, Voltolini, Sabotic, Peralta, Cernigoi, Giannone, Favale. All. Michele Pazienza

OLBIA (4-3-1-2): Aresti; Pisano, Leverbe, Iotti, Cotali; Pennington (88′ Arras), Muroni, Feola (76′ Murgia); Biancu (63′ Piredda); Ragatzu, Ogunseye. A disp. Idrissi, Van der Want, Pinna, Manca, Dametto, Vasco Oliveira, Vispo, Senesi, Arras. All. Bernardo Mereu

ARBITRO: Carella della sezione di Bari (Ass. Lenarduzzi di Merano e Elkahayr)

RETI: 1′ Negro, 25′ Eusepi

NOTE: Giornata fredda ma di sole terreno in ottime condizioni. Ammoniti Cotali. Angoli 4-3. Rec pt 1, st 4′. Spettatori 6079 (Abbonati 4306 paganti 1773) per un incasso di 53062,85 euro.

By