Pisa-Paganese 0-0. Il Pisa non passa ed è salvato da due legni

PISA – Continua il momento poco positivo del Pisa che non va oltre lo 0-0 contro la Paganese all’Arena rischiando nel finale anche di capitolare con due traverse consecutive da parte dei campani. Nel finale forcing nerazzurro senza esito. 

Non ci sono novità rispetto a quello che si pensava alla vigilia. Mister Pane, che deve fara a meno dello squalificato Perez,  esclude Rocco Sabato dal terzetto difensivo. Dal 1′ ci sono Suagher, Colombini e Carini. A centrocampo nessuna novità con Buscè e Benedetti sugli esterni e Barberis, Mingazzini e Favasuli a centrocampo. Davanti la coppia Tulli-Scappini. La Paganese si presenta all’Arena molto incerottata. Oltre agli infortunati di lungo corso Agresti e Fernandez, mister Grassadonia a rischio esonero lascia in panchina l’acciaccato Caturano e schiera un unica punta Dino Fava. Romondini è preferito a Lulli e Pastore va a prendere il posto in difesa di Calvarese non in perfette condizioni fisiche. All’Arena è una splendida giornata di sole, il terreno è in buone condizioni. Poche persone sugli spalti dello stadio pisano.

Il primo tempo. Pisa in maglia nerazzurra, Paganese in completo bianco. Pisa subito in avanti con una conclusione di Barberis dal limite deviato in angolo. Sul susseguente corner di Benedetti, Carini al volo con il sinistro,manda alto sopra la traversa. E’ un buon Pisa quello dei primissimi minuti. Al 6′ Barberis ispira Buscè che entra in area lasciando riambalzare la sfera. Il suo tiro è respinto da Marruocco, poi la difesa campana spazza. Al 13′ si vede in vanati anche la Paganese. Franco sul settore sinistro del campo elude l’intervento di Suagher, mette in mezzo laddove Ciarcià non arriva all’appuntamento con la sfera. ma è più che altro il Pisa ad attaccare. Al 14′ Favasuli dalla sinistra lascia partire un cross per Scappini che in corsa lascia partire un tiro che Marruocco blocca. Era una buona occasione. Dopo la sfuriata iniziale il Pisa si siede un pò e per rivedere un occasione bisogna attendere il 23′ con un tiro cross di Benedetti che Marruocco (per dire la verità mal piazzato tra i pali) respinge in qualche modo. Al 25′ il primo ammonito del match è Tortori per la Paganese. Tra il 28′ e il 29′ gli azzurro stellati vanno al tiro due volte con Soligo e Franco. Al 31′ il Pisa è pericoloso cn una conclusione dal limite di Tulli respinto da Marruocco, sul quale si avventa Scappini che da due passi bolla l’estremo difensore campano. La gara vive un momento di nervosismo con diversi scontri non rilevati dall’arbitro che dirige per la verità senza convincere in diverse occasioni. Al 42′ Tulli impegna ancora Marruocco e al 45′ capitan Favasuli dal limite calcia sul fondo.

Il secondo tempo. la ripresa inizia senza cambi e con poche emozioni. Al 3′ ammonito Circià per la Paganese. Al 4′ Buscè libera Scappini in area, ma il suo tiro è deviato in angolo da un difensore campano. Al 12′ iniziano le prime schermaglie tattiche da parte dei due mister. Per la Paganese fuori Francoe  dentro l’attaccante Caturano. pane risponde al 14′ con l’inserimento di Gatto per uno spento Barberis. Al 19′ Pisa pericoloso: cross di Benedetti da sinistra, incornata di Scappini che però non coglie lo specchio della porta. Al 22′ si fa male Mingazzini che chiede subito il cambio. Dentro Pedrelli. Al 28′ però il Pisa rischia di capitolare anche in superiorità numerica. Angolo di Romondini, testa di Fava traversa sulla ribattuta del legno ancora testa di Caturano e ancora traversa. Il Pisa si scuote e al 33′ Buscè dal limite calcia alto. La gara si fa spigolosa. L’arbitro caccia dalla panchina il secondo di Grassadonia Criscuolo. Poco prima Gatto era anticipato da Marruocco da un perfetto assist di Favasuli. egli ultimi minuti il Pisa prova spingere, ma non riesce a segnare. E alla fine scatta la contestazione dei tifosi nerazzurri che se ne vanno dall’Arena ancora una volta delusi.

You may also like

By