Pisa – Paganese 3-0 Nerazzurri calano il tris. Gol di Forte, Bollino e Napoli

PISA – Il Pisa sbriga la pratica Paganese (3-0) mette in mostra i suoi attaccanti anche in una situazione di emergenza e fa gioire i suoi tifosi rifilando tre gol alla formazione di mister Maurizi.

Mister Pagliari deve rinunciare inizialmente a Rozzio, Martella e all’ultimo momento neanche Mingazzini ce la fa a scendere in campo. Quindi formazione assai diversa rispetto a quella che ha battuto il Perugia sette giorni fa. Davanti a Provedel ci sono Pellegrini, Goldaniga, Kosnic e Sabato. A centrocampo spazio a Napoli a destra e Bollino a sinistra con capitan Favasuli e Sampietro sulla linea mediana. In attacco una nuova coppia formata da Rachid Arma e Francesco Forte. Giovinco dunque parte ancora dalla panchina. La Paganese non rivoluziona affatto il suo assetto come annunciato in settimana. Mister Maurizi si presenta all’Arena con il solito 3-5-2 e deve rinunciare inizialmente a Toppan influenzato e agli attaccanti Lanteri e William. Torna dopo l’impegno in nazionale il portiere Svedkauskas. Davanti a lui Pepe, Panariello e Perrotta. Martinovic e’ in campo dal primo minuto. Franco vince il ballottaggio con Velardi. Debutta invece in maglia azzurro – stellata Giampa’. Davanti il mister campano si affida al duo Novothny – De Sena.

Il pubblico non è quello delle grandi occasioni all’Arena. Si è giocato al cospetto di una giornata nuvolosa che durante la gara ha lasciato spazio anche alla pioggia. In Curva Sud presenti una trentina di tifosi della Paganese, che hanno seguito la squadra azzurro stellata in questa lunga trasferta a Pisa, con uno striscione: “Forza Gianluca, grande indomito”. Pisa con la classica casacca nerazzurra, Paganese in completo totalmente bianco con strisce oblique bianco azzurre.

Pronti via, dopo qualche minuto di studio e’ la Paganese ad avere la prima occasione della partita con Iraci, lanciato in verticale da Franco. Il numero sette azzurro stellato si trova praticamente a tu per tu con Provedel, ma da ottima posizione Angola troppo il tiro che termina sul fondo. Il Pisa risponde all’11’ con una punizione di Sabato dai 22 metri che il portiere ospite blocca a terra. Al 13′ la Paganese va in gol ma l’arbitro annulla (giustamente) per un fuorigioco di Iraci che deposita in rete da posizione irregolare su una corta respinta di Provedel su tiro di Franco. Non è una bella partita. Poche le occasioni da gol. Il Pisa comunque riesce a passare all’alba della mezz’ora con un sinistro al volo di Francesco Forte che fa esplodere l’Arena. Forte ha ripreso un cross di Bollino dalla sinistra, respinto di testa da Panariello e non si e’ fatto pregare. Il suo bolide e’ terminato alle spalle di Svedkauskas che proteso in tuffo niente ha potuto. Grande esultanza per l’ex attaccante dell’Inter che si fa tutto il campo per andare a salutare i tifosi della Nord dalla parte opposta. Un gol sicuramente da categoria superiore quello dell’attaccante nerazzurro. Dopo il gol il Pisa controlla la gara. Da segnalare nei minuti restanti della prima frazione l’ammonizione di Giampa’.

Nella ripresa il Pisa parte subito forte e al 5′ va subito in gol. Traversone dalla destra di Napoli palla che attraversa tutta l’area, Arma non ci arriva, ma appostato sul secondo palo c’è Bollino che di testa deposita in rete: 2-0 e partita in discesa. La gara ha una scossa. Arma lanciato sul filo dell’off-side salta il portiere ospite, ma di sinistro calcia sul palo. Il Pisa al 20′ trova anche il gol del 3-0 con Napoli che non sbaglia dopo aver saltato l’estremo difensore della Paganese. A questo punto mister Pagliari Inizia la girandola delle sostituzioni. Entrano Caputo, Giovinco e c’è anche il debutto in maglia nerazzurro per Melis. Nel finale anche Giovinco (diagonale di poco fuori) sfiora il gol. Il Pisa cala il tris e conquista la sua seconda vittoria consecutiva. Alla fine della partita i protagonisti sono i giocatori che vanno sotto la Curva Nord, con un acclamatisismo Dino Pagliari. Vamos Pisa!

20131020-165739.jpg

You may also like

By