Pisa – Piacenza 0-0. Il Pisa non sfonda dall’Arena solo fischi

PISA –  Pisa e Piacenza si chiude a reti bianche. Un altra prova incolore della squadra di Pazienza che come già è accaduto in questa stagione non sfrutta gli scivoloni di Siena e Livorno fornendo una prova del tutto insufficiente. Meritano sicuramente di più i tifosi del Pisa come urla la Curva Nord che ha incitato a gran voce i giocatori pet tutto il match

di Antonio Tognoli

Foto di Roberto Cappello

Poca grinta poco gioco, troppo poco per portare a casa tre punti contro un Piacenza ordinato che si è limitato a difendere senza mai osare così troppo. Un peccato un vero peccato vincendo il Pisa avrebbe guadagnato terreno su Siena e Livorno in vista anche dello scontro diretto che attende le due squadre martedì prossimo all’Ardenza.

PER GARA. Mister Pazienza deve rinunciare a Ingrosso e Carillo e nel riscaldamento all’ultimo momento Petkovic da forfait per un problema fisico. Dentro Voltolini. Per il resto scende in campo la formazione annunciata alla vigilia. Davanti a Voltolini ci sono Sabotic e Lisuzzo ai loro lati spazio a Birindelli e Filippini. A centrocampo spazio a Maltese, Gucher e De Vitis. Davanti il trio d’attacco è formato da Negro, Ferrante e Masucci. Oltre 150 i tifosi piacentini sistemati nel settore ospiti. Prima del match è stata inaugurata all’Arena Garibaldi alla presenza del Sindaco Marco Filippeschi la nuova area disabili.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra Piacenza in biancorosso. I primi minuti sono di chiara marca nerazzurra. Nerazzurri in avanti Piacenza arroccato all’indietro pronto a sfruttare l’arma del contropiede. Poche però le occasioni da rete e i tiri nello specchio della porta piacentina. Sugli spalti la Curva Nord espone uno striscione che riguarda i fatti di Pisa Brescia dello scorso anno. “Pisa – Brescia, il rientro del primo diffidato non è certo una vittoria, la vostra ingiustizia rimarrà nella storia“.

Il primo ammonito del match è Bini. Il Pisa attacca a testa bassa, al 16′ la palla “ballonzola” a lungo in area ma alla fine termina tra le braccia di Fumagalli. Pisa ancora pericoloso ma poco incisivo intorno al 27′ con Gucher che svetta di testa su corner di Filippini palla sul fondo. Su capovolgimento di fronte il Piacenza al 29′ ci prova con Morosini con Voltolini costretto con la mano destra a deviare il rasoterra in angolo.

Al 32′ in curva viene esposto uno striscione indirizzato all’ex Dg nerazzurro Fabrizio Lucchesi passato nei giorni scorsi alla Lucchese. “Sei l’esempio del calcio malato. Lucchesi, gli ultras non dimenticano il passato“.

Tornando al calcio giocato la gara è abbastanza spezzettata. Poche le occasioni da ambo le parti con i nerazzurra che coprono bene tutte le zone del campo, ma non riescono a pungere in zona gol. De Vitis al 39′ prova a girare a rete in scivolata all’interno dell’area di rigore ma la conclusione alla fine non è né un tiro né un cross su cui nessuno può intervenire. La prima frazione si chiude tra i copiosi fischi dell’Arena dopo tre minuti di recupero.

IL SECONDO TEMPO. Nessuna variazione nei due schieramenti ad inizio ripresa. I nerazzurri partono forte ma non sono incisivi in attacco. Al 5′ il primo cambio, fuori Masucci infortunato dentro Maza. Pochi istanti dopo giallo per Gucher per una trattenuta su Morosini. Non è una bella partita questo va detto. La noia prevale il pubblico inizia a rumoreggiare intorno al 13′. Poco dopo il quarto d’ora dentro nel Pisa Eusepi e Giannone fuori Negro e Ferrante. Mister Franzini risponde con la staffetta tra Franchi e Corazza. I nerazzurri attaccano confusamente fanno collezione inutile di Calci d’angolo su uno dei quali Eusepi svetta più alto di tutti ma trova la manona di Fumagalli che respinge la palla di Re Umberto indirizzata all’angolino. Dentro anche Mannini e Di Quinzio nell’ultimo quarto d’ora ma è Morosini nerazzurro mancato qualche stagione fa a scaldare le mani a Voltolini che alza sopra la traversa il destro dal limite del numero 23 piacentino. I ragazzi di Pazienza ci provano. Sono quattro i minuti di recupero, il risultato però non cambia. Finisce 0-0 sotto una bordata assordante di fischi di un Arena spazientita.

PISA – PIACENZA 0-0

PISA (4-3-3): Voltolini, Birindelli (76′ Mannini), Lisuzzo, Sabotic, Filippini, Maltese, Gucher, De Vitis (76′ Di Quinzio) , Negro (61′ Eusepi), Ferrante (61′ Giannone) , Masucci (50′ Maza) . A disp. Reinholds, Lisi, Setola, Izzillo, Cagnano, Biserni. All. Michele Pazienza

PIACENZA (3-5-2) Fumagalli; Bini, Silva, Pergreffi, Castellana, Segre, Della Latta, Morosini, Masciangelo, Presentati (75′ Romero), Corazza (63′ Franchi) . A disp. Basile, Lanzano, Di Cecco, Mora, Di Molfetta, Taugourdeau, Zecca. All. Arnaldo Franzini

ARBITRO: Paterna della sezione di Teramo (Ass. Margheritino – Fantino)

NOTE: giornata fredda, terreno in buone condizioni. Ammoniti Bini, Gucher, Della Latta. Angoli 7-6. Rec pt 3′, st 4′.

By