Pisa – Pontedera 1-2. Granata sempre più primi. Nerazzurri beffati al 93′

PISA – Con un eurogol di Bartomei il Pontedera vince all’Arena ed e’ sempre più prima in classifica. I nerazzurri non sono riusciti a ribaltare la partita a loro favore e quando il derby sembrava concludersi con il risultato di parità e’ arrivato il gol beffa dei granata.

Mister Pagliari deve fare di Adornato infortunato e Favasuli. Il capitano tornerà a disposizione tra sette giorni nella difficile trasferta del “Curi” di Perugia. Torna nella lista dei convocati Rocco Sabato, che parte dalla panchina. Difesa dunque confermata davanti a Pugliesi con Rozzio e Goldaniga centrali e Pellegrini e Kosnic ai loro lati. Sulla fascia destra Napoli vince il ballottaggio con Cia. In mediana confermati Mingazzini e Sampietro, con Martella ormai stantuffo sulla fascia sinistra. In attacco la coppia d’attacco e’ formata da Giuseppe Giovinco e Rachid Arma.

L’ex tecnico nerazzurro Paolo Indiani, che torna all’Arena dopo essere stato esonerato tre stagioni fa, deve rinunciare a Cianci, Gasbarro e al pisano Luperini fermo ai box per un fastidio al gomito. L’allenatore granata puo’ contare pero’ su Giovanni Di Noia. Davanti a Ricci, giocano Gonnelli, Vettori e Verruschi. A centrocampo a fare da diga c’e’ Di Noia. Pezzi va a destra, capitan Andrea Caponi occupa la parte centrale sulla linea mediana, mentre le corsie laterali sono affidate a Regoli dalla parte destra e Pastore a sinistra. Andrea Arrighini e Luigi Grassi la coppia offensiva dell’undici di mister Indiani.

All’Arena si gioca in una giornata di sole, anche se il cielo e’ disturbato da qualche nuvola. Il terreno e’ in perfette condizioni, spettatori si aggirano intorno alle 5.000 unita. Duecento circa i tifosi del Pontedera sistemati in curva Sud. Tra questi anche il Sindaco di Pontedera Millozzi d tutta la dirigenza granata che ha preferito state in mezzo ai tifosi, rispetto alle comode poltroncine. Prima del fischio d’inizio e’ stato osservato un minuto di silenzio per le vittime a Lampedusa. Pisa in completo nerazzurro, Pontedera in completa bianco con bordatura granata. La Curva Nord saluta con uno striscione la vicinanza ai migranti: “Tragedia inaccettabile, Vicini ai mIgranti”.

La gara parte velocissima. Dopo 50″ Arrighini impegna in due tempi Pugliesi. Risponde il Pisa al 2′ con un colpo di testa di Giovinco su cross di Napoli. Gara vivace, con Giovinco che all’8′ da calcio di punizione restituisce il favore al compagno che di testa manda a lato. Al 10′ Di Noia porta in vantaggio il Pontedera raccogliendo sotto misura una respinta di Pugliesi su destro di Regoli servito da un indemoniato Arrighini che aveva fatto fuori due giocatori in un colpo solo. La risposta del Pisa e’ immediata. Al 16′ Arma riporta in carreggiata la gara con un destro secco appena dentro l’area di rigore. Il Pontedera e’ ben messo in campo, il Pisa cerca di trovare il pertugio giusto. Non ci riesce al 23′ quando Rozzio raccoglie la sponda di Arma e di testa mette di un soffio a lato, un azione partita da un calcio piazzato di Mingazzini. Ma il Pisa nella prima frazione ha rischiato anche di andare sotto. Al 33′ infatti fallo in piena in area nerazzurra di Kosnic (ammonito saltera’ Perugia) su Arrighini. E’ rigore che Grassi va a incaricarsi di calciare sotto la Curva Nord nerazzurra. Pugliesi e’ spiazzato, ma il tiro di sinistro del numero dieci granata termina sul fondo. E’ un finale di primo tempo un po’ più tranquillo. Il gioco e’ veloce, ma le due squadre badano a non subir troppo il gioco. Il pubblico pisano si arrabbia per la mancata espulsione di (37′)Regoli per un fallo su Napoli a centrocampo e per un rigore non concesso (41′) al Pisa per un fallo di mano dello stesso Regoli.

La ripresa inizia con gli uomini che avevano concluso la prima frazione di gara. Al 10′ c’è la prima conclusione in porta e la effettua il Pontedera con Caponi. Pugliesi blocca a terra. Al 15′ il Pisa si porta in avanti e sfiora il gol con Napoli che di testa su una rimessa lunga di Kosnic, mette sul fondo. Cambio nel Pisa al 20′. Dentro Cia al posto di Giovinco. Al 23′ Arma va subito alla conclusione, Ricci si tuffa sulla propria sinistra e respinge il tiro del numero nove nerazzurro. Il Pisa però non riesce a pungere. Al 29′ dentro Caputo per l’esausto Martella e al 34′ fuori Arma e dentro Forte per dare freschezza all’attacco del Pisa. Nei minuti finali da segnalare al 43′ un diagonale di Pastore per il Pontedera. Nel finale succede quello che non ci si aspetta. Punizione dai 25 metri di Bartolomei che trova il “sette” alla destra di Pugliesi. Il Pontedera vince ed è sempre più capolista.

20131006-165906.jpg

You may also like

By