Pisa – Pontedera 3-1. I nerazzurri calano il tris. Prestazione maiuscola dei ragazzi di Petrone

PISA – Il Pisa con una grande prestazione batte il Pontedera (3-1) nell’anticipo della 36esima giornata del girone A del campionato di serie C riscattando subito la debacle nel derby contro il Livorno. Partita dominata da parte dei nerazzurri con Eusepi che sblocca la situazione su rigore poi le reti di Masucci con tacco e Negro subentrato su assist di un Lisi per noi migliore in campo e stratosferico nelle ripartenze.

di Antonio Tognoli

Le foto di Roberto Cappello

PER GARA. Rispetto alla gara del Picchi mister Petrone schiera Ingrosso al posto di Sabotic De Vitis per Maltese e Masucci in luogo di Negro in attacco. Ne consegue che davanti a Voltolini c’è la coppia formata da Lisuzzo ed Ingrosso con Birindelli a destra e Filippini a sinistra. Nel 4-4-2 iniziale trova spazio anche De Vitis al fianco di Gucher, i due metronomi con Lisi e Di Quinzio impiegati sugli esterni. In attacco la coppia formata da Masucci ed Eusepi.

Il Pontedera invece schiera un prudente 3-5-1-1, con l’ex Caponi a centrocampo e Posocco un passo più indietro rispetto all’unica punta Gigio Grassi. Prima del match i tifosi nerazzurri ricordano

Gege con un paio di striscioni: applausi per un gran tifo e una Curva ancora piena nonostante il derby perso a Livorno e Lari richiesta al Comune di Pisa di più posti in Curva durante i playoff. 

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, Pontedera in bianco con bordature granata. Mister Petrone aveva chiesto una grande gara ed è subito accontentato perché il Pisa va subito in attacco e nei primi 30′ è un vero e proprio tiro al bersaglio dalle parti del portiere pontederese Contini. Il primo a provarci è Gucher il suo destro al 2′ termina di poco sopra la traversa. Poi pochi istanti dopo è Birindelli da destra a pennellare un cross per la testa di Eusepi che in torsione impegna ancora Contini. In rapida sequenza ancora Masucci il suo tiro è respinto Eusepi cerca di ribadire in gol in acrobazia ma il pallone viene respinto. È un assedio certificato da una splendida parata sulla linea di Contini su tap-in di Di Quinzio che raccoglie un colpo di testa di Lisi. Incredibile quello che succede qualche minuto più tardi con un acrobazia di Masucci su cui Contini compie un altro miracolo e una conclusione di Lisi che a portiere battuto coglie l’incrocio dei pali. La porta granata sembra stregata la palla sembra non voler entrare. Al 27′ tacco di Eusepi per Masucci che viene spinto a terra da Tofanari. Rigore netto che l’arbitro non ha esitazioni a concedere. Sul dischetto va Eusepi che con un destro potente e preciso batte Contini che stavolta nulla può. L’Arena può esultare. Il Pisa ha al 31′ l’occasione per raddoppiare ma Lisi a tu per tu con Contini sceglie un diagonale che l’estremo difensore granata respinge con il piede destro. È un Pisa d’assalto che sfiora il 2-0 in più di una circostanza. Rossini va a fare compagnia ad Eusepi nella lista dei cattivi. Lisuzzo viene anticipato in angolo sullo stacco al 42′. Per il Pontedera ci prova Grassi al 43′ con un sinistro che termina non lontano dall’incrocio dei pali accompagnato da una bordata di fischi dell’Arena. Il primo tempo si chiude sull’1-0 per i nerazzurri dopo 2′ di recupero.

IL SECONDO TEMPO. La seconda frazione si apre così come si era chiuso il primo tempo, con il Pisa all’attacco che sfiora subito il raddoppio con un contropiede fulminante sull’asse Lisi Masucci Lisi palla in mezzo per Masucci che però con il destro spara altissimo. Il Pontedera si fa vedere in attacco al 7′ con un destro di Caponi che costringe Voltolini alla parata in corner.

Il Pontedera rimane in dieci al 10′: brutto fallo di Rossini su Gucher: doppio giallo e quindi rosso per il giocatore di Maraia che lascia la sua squadra in inferiorità numerica e sotto di una rete. Ma il Pisa continua ad attaccare. De Vitis manda sul fondo da buona posizione. Doppio cambio nel Pontedera al 64′: fuori Grassi e Gargiulo dentro Raffini e Paolini. Poco dopo il Pisa ha ancora una palla per chiudere il match con Di Quinzio che però non riesce ad indirizzare la palla nella porta rimasta sguarnita. Il Pisa trova finalmente il raddoppio al 73′: cross da sinistra di Filippini, tacco al volo di Masucci e palla nell’angolino: 2-0. Gol spettacolare da parte del numero 26 nerazzurro.

Girandola di cambi nel Pisa:, fuori Eusepi  Masucci e Di Quinzio dentro Ferrante Negro e Maza. Il Pontedera a dieci minuti dalla fine inserisce Maritato al posto di Tofanari ma il Pisa trova il tris con Negro che raccoglie in scivolata il cross da destra di Lisi: 3-0 e Arena in festa.

Negli ultimi minuti si fa apprezzare anche il nuovo entrato Ferrante che recupera un paio di palloni interessanti poi al limite dell’area calcia alto sopra la traversa. Ma è il Pontedera al 92′ trova il 3-1 con un bolide di Raffini che sbatte sotto la traversa e si insacca alle spalle di Voltolini. La gara si chiude dopo 3′ di recupero sul 3-1.

PISA – PONTEDERA 3-1

PISA (4-4-2): Voltolini, Birindelli, Lisuzzo, Ingrosso, Filippini, Lisi (85′ Setola), Gucher (85′ Izzillo), De Vitis, Di Quinzio (77′ Maza), Eusepi (74′ Ferrante), Masucci (77′ Negro) A disp. Reinholds, Petkovic, Sabotic, Maltese, Giannone, Cagnano, Balduini. All. Mario Petrone

PONTEDERA (3-5-2): Contini, Borri, Rossini, Risaliti, Tofanari (80′ Maritato) , Calcagni, Caponi, Gargiulo (64′ Paolini) , Corsinelli, Posocco, Grassi (64′ Raffini). A disp. Biggeri, Marinica, Romiti, Vettori, Ferrari. All. Ivan Maraia

ARBITRO: Lorenzo Maggioni di Lecco (Ass. Trincheri – Angotti)

RETI: 28′ Eusepi (rig.), 73′ Masucci, 82′ Negro, 92′ Raffini

NOTE: serata tiepida terreno in perfette condizioni. Ammoniti Eusepi. Angoli 11-1. Spettatori 6.332 per un incasso di euro 54855,41. Rec pt 2′, st 3′.

By