Pisa, prime sanzioni sull’ordinanza – movida: due minimarket multati

PISA – Prime applicazioni dell’ordinanza sulla movida firmata tra le istituzioni cittadine e le associazioni di categoria nei giorni scorsi e con la quale si tende attraverso una incisiva azione di prevenzione a contrastare le illegalità nelle zone del centro interessate dalla movida al fine di ridurre i disagi ai residenti ed i pericoli per i cittadini in particolare i giovani.

L’ordinanza, che pone il divieto di vendita per asporto di bevande in contenitori di vetro, comincia ad essere accettata e rispettata. Lo dimostra l’esito dei controlli effettuati nella serata di sabato dagli operatori della Polizia Amministrativa della Questura, coordinati dal Primo Dirigente Santi Allegra, che hanno svolto un servizio di controllo finalizzato a contrastare l’insorgere di situazioni di rischio legate all’abuso di sostanze alcoliche.

auto-polizia

Nel corso del servizio, svolto in particolare nei pressi della locale stazione ferroviaria, si è proceduto a denunciare alla locale A.G. i titolari di due mini market, sorpresi a vendere da asporto bevande alcoliche in bottiglie di vetro dopo le ore 22 in violazione alla citata ordinanza. Entrambi i suddetti minimarket altresì verranno segnalati alla locale Guardia di Finanza per aver omesso l’emissione dei relativi scontrini fiscali. Inoltre, sono state identificate 7 persone straniere (3 con pregiudizi di nazionalità Bangladesh, Equador e Tunisia) e 3 italiane (1 pregiudicata), e sequestrate 4 bibite alcoliche in contenitori di vetro.

Pertanto poche e assolutamente tranquillizzanti le violazioni riscontrate anche e soprattutto per la responsabile e attiva collaborazione degli esercizi commerciali. La Questura ribadisce quanto già dichiarato dal Prefetto Tagliente come: «Aumentando i controlli si vuole indurre un approccio più consapevole e responsabile nei confronti dell’alcool da parte di tutti e soprattutto durante la notte».

Fonte: Questura di Pisa

By