A Pisa il primo centro clinico proctologico e del pavimento pelvico

PISA – Il corso che si tiene in questi due giorni 13 e 14 giugno presso la Camera di Commercio di Pisa, dal titolo “International Masterclass on Proctology an Pelvic Floor Diseases” è stata l’occasione per indire, presso lo stesso Ente, una conferenza stampa al fine di partecipare agli organi di informazione come sta nascendo proprio a Pisa il primo “Centro Clinico proctologico e del pavimento pelvico”, con uno staff multidisciplinare e multi-professionale ad alta specializzazione che si prefigge il chiaro obiettivo di migliorare la qualità dell’assistenza, così come standardizzare le procedure, ottimizzare tempo e risorse, al pari di ridurre il rischio clinico e fare informazione anche a livello internazionale.

di Giovanni Manenti

GUARDA L’INTERVISTA AL DOTT. GABRIELE NALDINI

A dirigere questo nuovo Centro Clinico è il Dottor Gabriele Naldini, il quale sottolinea come: “si tratti della finalizzazione di un lavoro svolto negli ultimi 7 anni, periodo durante il quale – in collaborazione con la Ginecologia, l’Urologia, le Gastroenterologie e la Riabilitazione del pavimento pelvico – abbiamo costruito un percorso al fine di facilitare la diagnosi così come agire in maniera tempestiva e, soprattutto, alzare il livello qualitativo del trattamento di queste patologie che non sono particolarmente gravi, ma assumono una notevole difficoltà nell’affrontarle, in quanto eventuali trattamenti parziali, al pari dell’emergere di complicanze al termine degli stessi, possono veramente generare problematiche estremamente importanti per la qualità di vita dei pazienti”.

 

“L’aspetto innovativo”, conclude il Dr. Naldini, “è rappresentato dalla costituzione del “Centro Clinico”, in quanto ciò sta a testimoniare come un’Azienda ispirata quale la nostra decida di investirvi risorse, al pari di professionalità e che, allo stesso tempo, vi sia un gruppo di Professionisti che comprende l’importanza di collaborare assieme per far esplodere le rispettive capacità, ecco questo per me non può che assumere le vesti di una novità assoluta”

Chiaramente interessata all’iniziativa anche l’Università degli Studi di Pisa che, tramite il Prof. Marco Gesi, Prorettore per i rapport con gli Enti del Territorio, tende ad evidenziare come: “quest’oggi si stia festeggiando l’inizio di una assistenza ospedaliera che ha tutti i crismi dell’eccellenza, grazie all’importante sinergia tra l’Università di Pisa e l’Azienda Ospedaliera Pisana che ha consentito di creare questo nuovo modo di venire incontro alle necessità dei cittadini attraverso una multidisciplinarietà e sicuramente questo andrà a vantaggio del Territorio e quindi dei singoli pazienti”

“Dal canto suo, l’Università”, conclude il Prof. Gesi, “deve essere brava, da una parte, a fare formazione e ricerca come pilastro fondamentale della propria attività, ma al tempo stesso essere in grado di portare avanti anche un discorso legato alla terza missione, il che sta a significare andare nel territorio e sposare elementi che lo possano favorire e quindi anche il progetto oggi illustrato, secondo me, fa parte di questa missione, soprattutto per come lo stesso farà sì che un paziente affetto da una determinata patologia avrà l’opportunità di trovarsi a proprio agio in un Centro Clinico che, grazie alla disponibilità di validi Professionisti, sarà in grado di fornire risposte certe, immediate e sicuramente anche risolutive” …

Loading Facebook Comments ...
By