Pisa-Pro Piacenza 3-2 Di Quinzio al fotofinish spazza via la Pro Piacenza. Nerazzurri a meno due dal Livorno

PISA – Il Pisa batte al 95′ la Pro Piacenza (3-2) con un gol di Davide Di Quinzio e si porta e meno due dal Livorno e a meno tre dalla vetta della classifica comandata dal Siena. Pisa caparbio raggiunto due volte ma che ha reagito e non si è dato per vinto portando a casa tre punti si platino che lo proiettano al derby carico di entusiasmo. 

di Antonio Tognoli 

PRE-GARA. Mister Mario Petrone deve rinunciare a Mannini Ingrosso e Carillo. Il tecnico nerazzurro manda in campo Voltolini tra i pali. Difesa a quattro con Birindelli e Filippini esterni, coppia centrale di difesa formata da Sabotic e Capitan Lisuzzo. Centrocampo con Maltese e Gucher in mezzo e Di Quinzio e Lisi a giostrare sugli esterni. Negro ed Eusepi sono le due punte. La Pro Piacenza di Fulvio Pea schiera un prudente 3-5-1-1 con Alessandro alle spalle di Musetti.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, Pro Piacenza in tenuta completamente bianca. Partono forte i nerazzurri. Al 2′ Filippini opera un traversone dalla sinistra che però non trova nessun nerazzurro pronto alla deviazione vincente. Al 4′ ci prova Gucher dal limite, ma il suo destro è centrale e Gori blocca. Passano due minuti e il Pisa si fa ancora pericoloso con Negro che evita un difensore e calcia con il destro con Gori costretto alla deviazione in angolo. Niente di fatto dal tiro dalla bandierina. Al 16′ striscione in Curva Nord sul tema del nuovo stadio.

Occhio, i consigli comunali stanno esaurendo. A buon intenditor poche parole“. Il Pisa sul campo intanto attacca alla ricerca del vantaggio. Negro viene fermato dalla difesa della Pro Piacenza. Il Pisa è costantemente nella metà campo della squadra di Pea. Ci prova dai 22 metri Lisi ma la sua conclusione è centrale e Gori può bloccare. Intanto nella Pro Piacenza Belfasti rientra in campo al 32′ con una vistosa fasciatura alla testa dopi uno scontro di gioco con Lisi. Il Pisa tiene maggiormente il possesso ci prova dai 25 metri con un sinistro di Maltese, ma la sfera termina alta. Continuano le difficoltà in zona gol per i nerazzurri nonostante la squadra di Petrone abbia disputato una buona prima parte di gara. Si va al riposo sullo 0-0.

IL SECONDO TEMPO. Izzillo al posto di Maltese ad inizio ripresa. Nerazzurri che partono in attacco come nel primo tempo. Al 2′ ci prova con un sinistro a giro Gucher con palla che termina a lato. Per la Pro Piacenza va al tiro Alessandro per quello che è il primo tiro della ripresa degli ospiti. Nerazzurri attaccano e trovano il rigore al 48′ dopo un tiro di Lisi respinto da Gori ancora Lisi da terra rimette in mezzo per Eusepi che spalle alla porta viene caricato alle spalle. È rigore solare. Sul dischetto va Negro (49′) il suo destro è respinto da Gori, ma sulla traiettoria c’è Filippini che con un tap-in da due passi fa 1-0. Partita sbloccata con l’Arena che diventa una bolgia. Il Pisa non si accontenta del vantaggio e continua ad attaccare. Lisi che viene ammonito dal direttore di gara, impegna Gori a terra con il sinistro. Petrone manda in campo dapprima Masucci per Negro richiamando poco dopo Birindelli ed inserendo Setola. Si fa male anche Izzillo che dopo un paio di minuti di cure torna in campo. Nella Pro Piacenza che va alla conclusione con Mastroianni (destro al volo alto) fuori Belfasti e dentro Paramatti. Ultima parte di gara in cui il Pisa bada soprattutto a mantenere il vantaggio, ma Masucci su traversone di Filippini manda a lato. E al 83′ sugli sviluppi di corner Paramatti in rovesciata gela l’Arena: 1-1. Non passano però nemmeno 70″ che Eusepi serve Masucci che sul secondo palo deve solo appoggiare in porta: 2-1. Pisa caparbio. Nel finale escono Lisi e l’infoerunato Izzillo dentro la freschezza di Maza e De Vitis. Cinque i minuti di recupero. La Pro trova incredibilmente il pareggio cross da sinistra di Frick colpo di tacco di Musetti e palla incredibilmente alle spalle di Voltolini: 2-2. Sembra l’ennesima amarezza di questa stagione ma questa volta Di Quinzio all’ultima azione raccoglie a centro area un tiro di Maza respinto dal palo e deposita in rete che fa impazzire l’Arena.

PISA – PRO PIACENZA 3-2

PISA (4-4-2): Voltolini, Birindelli (68′ Setola) , Lisuzzo, Sabotic, Filippini, Di Quinzio, Gucher, Maltese (46′ Izzillo) (87′ De Vitis), Lisi (87′ Maza) , Eusepi, Negro (65′ Masucci) . A disp. Reinholds, Petkovic, Ferrante, Giannone, Cagnano, Balduini. All. Mario Petrone.

PRO PIACENZA (3-5-1-1): Gori, Battistini, Messina, Belotti, Calandra, Aspas (82′ Frick), Cavanaugh, La Vigna Belfast i (71′ Paramatti) ; Alessandro; Musetti. A disp. Bertozzi, Starita, Mastroianni, Abate. All. Fulvio Pea

ARBITRO: Pashuku di Albano Laziale (Ass. Lenarduzzi e Polo-Grillo)

RETI: 49′ Filippini, 83′ Paramatti, 84′ Masucci, 93′ Musetti , 95′ Di Quinzio

NOTE: serata tiepida  terreno in perfette condizioni. Ammoniti Battistoni, Aspas, Lisi, Mastroianni. Angoli 5-2. Espulso al 87′ Mastroianni rosso diretto. Spettatori 6.112 (4.308 abbonati, 1.704 paganti) per un incasso di euro 52980,41. Rec pt 1′, st 5′.

By